Palermo, Ferrero spiega: “Sono una persona seria, mi ritiro perché ho una dignità. Pamela Conti è triste e piange. Che bando è quello?”

Palermo, Ferrero spiega: “Sono una persona seria, mi ritiro perché ho una dignità. Pamela Conti è triste e piange. Che bando è quello?”

“Sarei stato anche pronto a metterci faccia e soldi ma non ad abbracciare quella politica. Il calcio è pulizia, amore”

Guardi ho il cuore spaccato per la notizia di Sinisa Mihajlovic, tutto il resto sono cazzate, mi scusi, non ho voglia di parlare“.

Inizia così l’intervista rilasciata al Corriere dello Sport da Massimo Ferrero. L’attuale presidente della Sampdoria nei giorni scorsi aveva ribadito a più riprese che avrebbe partecipato al bando per l’assegnazione del titolo sportivo del Palermo Calcio. Stessa cosa fatta mercoledì scorso, quando è sbarcato in città annunciando di voler costituire anche una squadra femminile con l’aiuto dell’ex calciatrice palermitana Pamela Conti.

Ieri il dietrofront, Ferrero non concorrerà per via delle modalità imposte dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando: “Non mi va di partecipare ad un bando e perdere. E poi che bando è quello? Il sindaco ha detto tutto e non ha detto niente. Sarei stato anche pronto a metterci faccia e soldi ma non ad abbracciare quella politica. Il calcio è pulizia, amore. Sono una persona seria, un uomo delle regole, non un perdente. Mi ritiro perché ho una dignità. Mi auguro che aiutino Pamela Conti a costruire il calcio femminile a Palermo. Sarebbe bello se le dessero l’incarico. Povera ragazza. È triste e piange. E Ferrero non c’è più“.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sbt5 - 2 mesi fa

    Certo in cinque anni la Samp. non ha mai rischiato la retrocessione.
    A Zampa piaceva scommettere ogni anno…………….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy