Palermo escluso, la Curva Nord 12: “Questa non è la fine ma un nuovo inizio, ripartire dal basso sarà una sfida”

Palermo escluso, la Curva Nord 12: “Questa non è la fine ma un nuovo inizio, ripartire dal basso sarà una sfida”

“Quando i tifosi palermitani impareranno ad essere orgogliosi e fieri di sé stessi per quello che rappresentano in una città da sempre in cerca di riscatto, allora questa piazza sarà matura”

Il Palermo Calcio è ufficialmente fuori dal torneo cadetto e dai campionati professionistici, pronto a ripartire con una nuova proprietà attraverso il bando comunale per acquisire il titolo sportivo dei rosanero in Serie D.

Nella buona e nella cattiva sorte, ti amerò fino alla morte“: attraverso questa emblematica frase si può riassumere in poche parole il dissenso espresso dalla Curva Nord 12 sulla propria pagina Facebook, in un lungo post all’interno del quale gli ultras in questione ci hanno tenuto a dare una scossa alla piazza palermitana in seguito a tale ennesima delusione sportiva, spiegando come questo avvenimento debba essere considerato non come la fine della storia del club siciliano, ma come l’inizio di una nuova sfida da affrontare con umiltà. Di seguito il testo del sopracitato post pubblicato sul noto social network.

Forse c’era bisogno proprio di questo per resettare questa città! Per farla tornare umile, per risvegliare l’orgoglio di dire…”Eccomi, vedete? Anche all’inferno rimango accanto a te!“. E’ già successo e siamo tornati più forti di prima, sta succedendo ancora… ripartiremo nuovamente! Con un’intera città in fibrillazione da tanto…troppo tempo c’era bisogno di una scossa forte che incanalasse l’energia verso un’unica direzione. Che ben venga allora questa scossa. Ai veri tifosi amanti di questi colori potrà dispiacere all’inizio, ma una volta metabolizzata la realtà, si accorgeranno presto che in fondo… poco cambia. Questa non è la fine ma solo un nuovo inizio! L’alba di una nuova era che costruiremo di nuovo da zero, insegnando alle nuove leve quei valori di attaccamento alle nostre origini e appartenenza ai colori della propria città. Un’alba che in tanti hanno sperato a condizione però che quel porco di Zamparini si togliesse di mezzo! Bene, è quello che è accaduto. Ripartire dal basso sarà una sfida! Di quelle che ci piace combattere, di quelle che formano i caratteri, di quelle che aggregano nel sacrificio comune, di quelle che danno la possibilità a tutti di mettersi in gioco per dimostrare quanto valgono, di quelle che ti fanno diventare più forte di prima! Il nostro obiettivo non cambia, anzi, è come se alla fine degli studi arriva il giorno degli esami! Il giorno in cui si deve dimostrare che tutto quello che hai studiato è stato appreso, il momento in cui le parole non bastano più e i fatti devono prendere il loro posto.  PALERMO SIAMO NOI TUTTI! Solo quando questo semplice messaggio sarà compreso e assimilato dalla maggior parte dei suoi tifosi, ci sarà una reale crescita di mentalità! Quando la maggior parte dei palermitani capirà che i tifosi del Palermo e i suoi Ultras sono e saranno sempre il punto fermo da cui ripartire dopo ogni delusione, dopo ogni disfatta, dopo ogni retrocessione, fallimento o radiazione che sia, quando i tifosi palermitani impareranno ad essere ORGOGLIOSI E FIERI DI SE STESSI per quello che rappresentano in una città da sempre in cerca di riscatto, allora questa piazza sarà matura, e sarà aumentato veramente il senso di appartenenza“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy