Palermo-Città di Carini 8-0: poker di Ricciardo, Pergolizzi prova il 4-3-1-2. Il commento

Il commento del test amichevole Palermo-Città di Carini, andato in scena quest’oggi al “Pasqualino”

Il Palermo è sceso in campo quest’oggi al “Pasqualino” per il test amichevole contro il Città di Carini.

La squadra di Rosario Pergolizzi, in vista dell’impegno di campionato di domenica in casa del Giugliano, ha avuto l’occasione di provare alcuni schemi. Il tecnico rosanero schiera dal 1’ un 4-3-1-2, con Rizzo Pinna alle spalle di Ficarrotta e Lucera, roster offensivo composto da elementi che nelle scorse gare  hanno trovato poco spazio. Il numero 14, in particolare, potrà tornare in campo soltanto nella gara in programma il prossimo 8 dicembre al “Barbera” contro l’Acireale, dopo avere scontato le tre giornate di squalifica. Di seguito la formazione completa.

PALERMO: Fallani; Doda, Peretti, Lancini, Bechini; Kraja, Mauri, Langella; Rizzo Pinna, Ficarrotta, Lucera

PRIMO TEMPO – Il Città di Carini inizia la gara gestendo il pallone, ma non riesce a rendersi pericoloso nel primo scorcio del match.  Al 6’ Ficarrotta si guadagna un calcio di punizione da posizione defilata e interessante, calcia verso la porta l’attaccante rosanero stesso ma il pallone viene intercettato dalla difesa avversaria. Un minuto dopo arriva il gol di Langella, che a pochi passi dalla porta centralmente sfrutta un ottimo assist di Ficarrotta. A una decina di minuti dal fischio d’inizio, c’è l’occasione per il Città di Carini, con il numero 9 che arriva in contropiede in area di rigore, ma la difesa rosanero anticipa l’attaccante rossazzurro e mette il pallone in calcio d’angolo. Provano, intanto, a rendersi pericolosi anche Lucera e Rizzo Pinna, senza però riuscire a concretizzare. Al 19’ ancora protagonista Ficarrotta, che si conquista un calcio di rigore subendo un fallo sulla linea di fondo. A realizzare il gol del raddoppio dagli undici metri è Lucera, con un tiro rasoterra all’angolino. Pochi istanti dopo ancora pericoloso Langella, che arriva davanti al portiere ma viene chiuso dalla difesa avversaria. Al 26’ ci prova ancora Lucera con un destro da posizione defilata, ma il pallone termina tra le braccia del portiere. Pochi istanti dopo arriva la doppietta proprio di Lucera, questa volta su azione. Il numero 21 rosanero si ritrova da solo davanti al portiere dopo un assist d’oro di Ficarrotta, che da destra era riuscito a smarcarsi in contropiede dagli avversari. L’intesa tra i due si rivela ancora una volta un successo. Ancora pericolosissimo Lucera alla mezz’ora, il suo tiro da posizione defilata termina però a lato del palo. Al 37’ arriva l’autogol del numero 3 del Città di Carini, per uno sfortunato rimpallo a poca distanza dal suo portiere su un cross di Ficarrotta. Intanto, Rizzo Pinna lascia il posto a un giovane della Juniores, Florio.

Rosario Pergolizzi cambia veste al suo Palermo all’intervallo. Il modulo rimane il 4-3-1-2 ma l’undici iniziale viene rivoluzionato: tra i reduci della prima frazione vi sono soltanto l’estremo difensore Fallani e Langella. Di seguito la formazione completa.

PALERMO: Fallani; Ferrante, Marong, Lancini, Vaccaro; Martinelli Martin, Langella; Ambro; Ricciardo, Felici

SECONDO TEMPO – Il Palermo prova subito ad andare in rete con Ricciardo, che viene servito da Vaccaro. Il portiere del Città di Carini si oppone all’attaccante rosanero. Il numero 9 di Pergolizzi ci riprova pochi instanti dopo, ma è in posizione di fuorigioco. Al 7’ manca un gol facile Ricciardo di testa a due passi dalla porta: il pallone termina alto sopra la traversa. Intanto, dall’altra parte, prova il tiro il Città di Carini, ma la conclusione viene bloccata da Fallani. Al 12’ arriva il gol di Ricciardo, che questa volta non sbaglia e insacca di testa. La difesa avversaria resta ferma. Pochi istanti dopo ci prova anche Felici, ma l’estremo difensore rossazzurro si oppone con i piedi. Gran giocata al 14’ di Ambro, che recupera il pallone beffando gli avversari e con un tiro a giro colpisce il palo, sulla ribattuta Ricciardo si fa trovare pronto e firma la doppietta a botta sicura. Intanto, rientra a centrocampo Florio insieme a un altro giovane della Juniores, il terzino sinistro Di Pisa, escono Lancini e Langella. Martin retrocede, dunque, al centro dalla difesa a fianco di Marong. Al 18’ tripla parata del portiere del Città di Carini, che dice di no all’ennesimo gol rosanero. I rossazzuri, però, non possono opporsi alla tripletta di Ricciardo al 22’, arrivata sugli sviluppi di un calcio di punizione: batte Martinelli, che serve l’attaccante rosanero seguendo uno schema. Intanto, un cambio tra i pali in casa Palermo con Fallani che lascia il posto a Corallo. Pochi minuti dopo esce anche Florio, entra un altro giovane: Cardella. Al 33’ arriva il poker di Ricciardo, che sfrutta un assist d’oro di Martinelli, il terzo proprio in direzione del bomber. L’assist-man prova anche a firmare una rete, ma il suo tiro termina a lato del palo. Il portiere compie un altro miracolo sul finale, negando il gol a Felici da posizione ravvicinata. Termina con il risultato di 8-0 il test amichevole tra Palermo e Città di Carini andato in scena questo pomeriggio al “Pasqualino”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy