Palermo, cinque under in campo: fiato, corsa e dinamismo per far ‘rifiatare’ Martin. Pergolizzi e la formazione anti-ACR Messina

I rosanero sono a caccia del riscatto: il derby è l’occasione giusta per invertire il trend delle ultime due gare e tornare al successo

Cinque under in campo, anche a causa dell’emergenza, con un compito chiaro a tutti: ridare ossigeno a Martin“.

Apre così l’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia parlando della probabile formazione rosanero che scenderà in campo contro l’ACR Messina. Il Palermo è reduce da due passi falsi, una sconfitta ed un pareggio, ed adesso ha l’obbligo di riprendere la propria marcia in campionato. Contro peloritani, Pergolizzi sembra intenzionato ad inserire dal 1′ cinque under, i quali hanno il compito di far ‘rifiatare’ Martin.

VIDEO Palermo, a tutto Mirri: “Stadio e centro sportivo, vi dico tutto. ACR Messina? Alla squadra chiedo…”

Il regista francese, infatti, nelle ultime gare ha sofferto parecchio le strette marcature che gli hanno riservato sia il Savoia che la Palmese. Ieri, l’allenatore rosanero, ha provato nuovamente il 4-3-3 con Ambro titolare. Il centrocampista palermitano è in vantaggio su Kraja e Langella: “Un under per un under, come impone il regolamento, d’altronde. Ma Ambro è un under in più, rispetto a quelli previsti“, si legge.

Fin qui Pergolizzi non ha mai messo in campo cinque giovani dal 1′. L’under in più sarà però è Peretti, che andrà a schierarsi al centro della difesa a fianco di Accardi, a causa delle assenze di Crivello e Lancini. A prescindere dal fatto che poi scena in campo Ambro o Kraja, il Palermo avrà ugualmente ben cinque under sul terreno di gioco: “A centrocampo l’ipotesi Ambro stuzzica Pergolizzi non solo per poter recuperare al meglio Kraja, ma anche per il dinamismo dell’ex Primavera rosanero, in un reparto che sta iniziando a pagare l’avvio a tutto gas di questa stagione“. Fiato, corsa e dinamismo per ‘aiutare’ i cervelli rosanero: Martin e Martinelli.

In avanti rientra Felici, che andrà regolarmente a comporre il tridente d’attacco con Santana e Ricciardo. Quest’ultimo, tenuto a riposo nella partitella del giovedì contro l’under 17, è a completa disposizione e ieri ha sostenuto l’intera seduta di allenamento segnando anche nella partita finale della seduta: “Toccherà a lui, nel suo personalissimo derby di Messina, porre fine al digiuno realizzativo del Palermo che dura da due partite“, conclude il quotidiano.

PALERMO (4-3-3): Pelagotti; Doda, Peretti, Accardi, Vaccaro; Ambro, Martin, Martinelli; Felici, Ricciardo, Santana. All. Pergolizzi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy