Palermo-Cavese, l’analisi di Filippi: “Sono arrabbiato, la squadra di oggi non è quella che conosco”

Le parole del tecnico del Palermo, Giacomo Filippi, a margine del successo maturato contro la Cavese

Palermo

Il Palermo torna alla vittoria.

Palermo

Missione compiuta per i rosanero che, dopo il pari contro il Bari, tornano alla vittoria battendo 3-2 la Cavese nel match della trentasettesima giornata del Girone C di Serie C. Dopo il vantaggio iniziale della formazione campana che al 9′ mette a segno il momentaneo 0-1 grazie alla rete siglata da Bubas, a decidere la gara per la formazione rosanero, le tre reti siglate da Edoardo Lancini al 26′ e Nicola Valente al 31′. Al 76′ il momentaneo pari della Cavese, siglato da Matera. Palermo che ritrova il vantaggio con il ritorno al gol di Nicola Rauti che all’81’ sigla la rete del definitivo 3-2, regalando alla formazione siciliana tre punti preziosissimi in chiave playoff. Un risultato analizzato al triplice fischio dal tecnico del Palermo, Giacomo Filippi, in conferenza stampa dallo stadio “Renzo Barbera”.

“Svolta in vista dei playoff? La squadra che è retrocessa in Serie D ossia la Cavese la settimana scorsa ha vinto contro il Teramo, sono scesi in campo agguerriti. A Bari ho visto un Palermo concentrato che ha concesso poco, lo so che la squadra di oggi non è quella che conosco. Oggi abbiamo fatto comandare la testa, ma questa non è una giustificazione e sono infatti molto arrabbiato per come abbiamo gestito la fase di non possesso. I ragazzi nonostante gli errori di oggi hanno comunque subito due gol con due rimpalli in area, non importa che a segnare sia stata la Cavese ultima in classifica. Per il club campano nutro grande rispetto. Quando avevamo la palla abbiamo fatto molto bene, sappiamo che abbiamo sbagliato e che abbiamo sottovalutato alcuni momenti della gara”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy