Palermo-Cavese, Filippi: “Playoff? Sono certo di una cosa. La mia su Doda e Lancini, Lucca…”

Le parole del tecnico del Palermo, Giacomo Filippi, a margine del successo maturato contro la Cavese

Palermo

Il Palermo torna alla vittoria.

Palermo

Missione compiuta per i rosanero che, dopo il pari contro il Bari, tornano alla vittoria battendo 3-2 la Cavese nel match della trentasettesima giornata del Girone C di Serie C. Dopo il vantaggio iniziale della formazione campana che al 9′ mette a segno il momentaneo 0-1 grazie alla rete siglata da Bubas, a decidere la gara per la formazione rosanero, le tre reti siglate da Edoardo Lancini al 26′ e Nicola Valente al 31′. Al 76′ il momentaneo pari della Cavese, siglato da Matera. Palermo che ritrova il vantaggio con il ritorno al gol di Nicola Rauti che all’81’ sigla la rete del definitivo 3-2, regalando alla formazione siciliana tre punti preziosissimi in chiave playoff. Un risultato analizzato al triplice fischio dal tecnico del Palermo, Giacomo Filippi, in conferenza stampa dallo stadio “Renzo Barbera”.

“Bisogna dare attenzione a ogni minimo aspetto cercando di lavorare sempre sotto pressione, insisteremo ancora di più e sono sicuro che quando ci saranno i match da dentro o fuori la squadra risponderà presente. Virtus Francavilla? cercheremo di recuperare il numero maggiore di giocatori, credo che Palazzi, Peretti e Saraniti potrebbero rientrare. Lucca è in fase di recupero. Santana diffidato? Se non vogliamo rischiare non gioca, ma essendo per noi una sfida importante metteremo in campo tutti gli effettivi e poi si vedrà. Oggi ci giocavamo tanto e l’abbiamo preparata come partita decisiva, ma io sono del parere che quando sei con l’acqua alla gola dai il massimo come è successo alla Cavese. Doda e Lancini? Masimiliano ha giocato molto bene, lo abbiamo sostituito perché non aveva i 90 minuti nelle gambe ma puntiamo tanto su di lui. Per Edoardo stesso identico discorso, parliamo di giocatori martoriati dagli infortuni e per tale motivo hanno trovato poco spazio. Hanno avuto entrambi il Covid-19 che non è da sottovalutare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy