Palermo-Biancavilla 2-0: la meglio gioventù fa volare i rosa, Silipo e Lucca scuotono la capolista…

Palermo-Biancavilla 2-0: la meglio gioventù fa volare i rosa, Silipo e Lucca scuotono la capolista…

Dopo un primo tempo insipido, le mosse di Pergolizzi cambiano il trend nella ripresa: il Palermo prende quota sulle ali dei suoi golden boys. Perla balistica di Silipo, raddoppio firmato Lucca

Primo-Secondo tempo

PRIMO TEMPO – Palermo a caccia della quinta vittoria consecutiva per spiccare il volo ed implementare il margine di vantaggio sul Savoia.

Avversario di turno al “Renzo Barbera”, il Biancavilla guidato dall’ex Mascara che nella gara d’andata, vinta di misura dagli uomini di Pergolizzi, rese la vita molto difficile alla compagine rosanero. Il tecnico della capolista schiera la sua squadra con il 4-3-3: Pelagotti tra i pali, Crivello e Peretti tandem di centrali difensivi, Accardi e Vaccaro esterni bassi a completare la retroguardia.

Martin detta tempi e tracce della manovra nelle vesti di playmaker, Martinelli e Langella intermedi in zona nevralgica. Floriano e Felici estremi del tridente offensivo che ha in Ferdinando Sforzini il terminale centrale. Primo squillo al settimo minuto, Accardi svetta e anticipa Genovese su corner calciato da Martin, l’incornata del numero quattro rosanero non centra il bersaglio. Gli ospiti coprono molto bene il campo e mostrano buona sincronia tra i reparti, il Palermo cerca di affidarsi prevalentemente alle percussioni di Felici sul fronte offensivo destro , non trovando coralità ed incisività nello sviluppo della sua manovra. I primi trentacinque minuti non sortiscono alcuna emozione di rilevo, Pergolizzi inverte temporaneamente le posizioni di Peretti e Accardi ma torna repentinamente sui suoi passi dopo una grande chance per la compagine etnea. Aloia, spalle alla porta, si gira con fare fulmineo e  scaglia un diagonale con il destro che si stampa sul palo a Pelagotti battuto. Un brutto primo tempo si chiude inevitabilmente a reti bianche.

SECONDO TEMPO – Pergolizzi vara subito un cambio nell’intervallo: Doda rileva Vaccaro e si riappropria della fascia destra, Accardi scala di conseguenza sul binario mancino. Ripresa che parte in modo ben più vibrante rispetto alla prima frazione: Langella chiude troppo l’interno destro dal limite dopo una respinta corta su cross di Doda, il Biancavilla risponde subito e fallisce incredibilmente la rete del vantaggio con Lucarelli imbeccato da Aloia. Floriano cerca il destro a giro dai venti metri senza fortuna. Doppio cambio all’insegna della linea verde in casa Palermo:  Sforzini e Felici, entrambi piuttosto in ombra, lasciano spazio a Silipo e Lucca. Un assolo di Floriano culmina in un destro in corsa che si perde alto sopra la traversa della porta difesa da Genovese. Staffetta ormai consueta in cabina di regia: Martin viene rilevato dall’argentino Juan Mauri. Lucca funge da pivot, copre la sfera con vigore e buona lena, la lavora e la scarica con saggezza e precisione a dispetto della giovane età. L’ex Torino ispira Mauri che chiama alla prodezza Genovese con un bel mancino dal limite. L’altro under subentrante, Andrea Silipo, conia una perla balistica d’alta scuola: il sinistro a giro, scoccato dal vertice destro del limite dell’area, è secco e chirurgico e si spegne imparabilmente nel sette. Giocata superba e dall’inestimabile peso specifico che spezza l’equilibrio in un momento topico del match. I golden boys di Pergolizzi lasciano ancora  il segno poco dopo: surplace e cross radente di Silipo, tap-in vincente di Lorenzo Lucca e “Barbera” in visibilio. Pergolizzi fa rifiatare Martinelli e concede una decina di minuti ad Ambro. Il Biancavilla subisce psicologicamente l’uno-due inflitto dalla capolista e spegne progressivamente le residue velleità. La banda Pergolizzi si gode la quinta vittoria consecutiva ed il tributo sentito del pubblico rosanero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy