Palermo-Acireale, Pagana: “Nostro pubblico straordinario! Derby? Non partiamo battuti, ce la giocheremo”

Palermo-Acireale, Pagana: “Nostro pubblico straordinario! Derby? Non partiamo battuti, ce la giocheremo”

Il tecnico dell’Acireale, Giuseppe Pagana, suona la carica in vista della sfida con i rosanero: “Felici di potere arrivare bene a questa partita”

Due giorni e sarà Palermo-Acireale.

Dopo lo stop interno contro il Savoia ed il pari insipido di Palmi, i rosanero hanno reinserito la giusta marcia, riuscendo a vincere anche laddove nessun’altra squadra c’era finora riuscita: la formazione siciliana, infatti, la scorsa domenica ha battuto il Giugliano a Mugnano di Napoli, grazie alla rete messa a segno da Mattia Felici, che con freddezza e lucidità ha firmato l’ennesimo blitz esterno della stagione.

Dunque, il Palermo, che viaggia spedito verso l’obiettivo promozione in Serie C, continua a guidare la classifica del Girone I del campionato di Serie D, a +8 dalla seconda e a +12 dall’Acireale, prossimo avversario in campionato. Tra le due tifoseria si respira già aria di derby: la categoria inferiore non fa venire meno l’interesse anzi, in casa granata da qualche giorno si registra un clima di mobilitazione, alla luce del quale c’è da ritenere che nel capoluogo siciliano possa essere presente anche un migliaio di spettatori avversari.

Ad Acireale, dunque, stanno preparando un vero e proprio esodo verso Palermo. Un gesto che inorgoglisce l’allenatore dell’Acireale, Giuseppe Pagana, che ai microfoni del ‘Corriere dello Sport’, ha caricato i suoi uomini, lanciando un guanto di sfida alla squadra di mister Pergolizzi: “Il nostro pubblico è straordinario e lo ha dimostrato in varie circostanze, non occorre che si disputi il derby con il Palermo. Per quanto ci riguarda, la vittoria di domenica scorsa ha ridestato l’ entusiasmo e questo aspetto si coniuga bene con il recupero di vari elementi, così da potere affrontare la gara che ci attende nel modo migliore”.

Pagana, che nel corso della sua carriera ha sfidato per ben due volte i rosanero, prima con l’Atletico Catania nella stagione 1999/2000 e poi con l’Ancona, per la sfida del Barbera ritrova anche De Felice, reduce da squalifica, il capitano Savanarola, Silvestri e Rizzo: “Siamo lieti di potere arrivare bene a questa partita nella consapevolezza dello spessore del Palermo che non si trova in vetta certamente per caso, ma perché dispone di un organico davvero forte e di una squadra che difficilmente prende gol. Questo, comunque, non significa che partiamo battuti, anzi posso assicurarvi che ce la giocheremo”, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy