Orlando: “È richiesto un piano triennale. Spiego cosa dovranno presentare e dimostrare i soggetti interessati”

Orlando: “È richiesto un piano triennale. Spiego cosa dovranno presentare e dimostrare i soggetti interessati”

Le dichiarazioni live da Palazzo delle Aquile del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando

Ultime ore di attesa in casa Palermo.

Lo scorso giovedì la Covisoc ha bocciato i rosanero, che sono stati esclusi dalla prossima Serie B per l’assenza dei criteri economico finanziari previsti per l’ottenimento della licenza nazionale ai fini dell’ammissione al campionato. Al club di Viale del Fante, infatti, è stata contestata la mancanza della nota fideiussione da 800 mila euro, del pagamento degli stipendi ai tesserati e dei debiti sportivi. Lunedì 8 luglio la società ha comunque presentato ricorso contro il no della Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche, sostenendo ancora una volta di dover disputare il campionato cadetto. Ricorso prontamente respinto. Ieri, infatti, la Covisoc, dopo aver analizzato il tutto, ha consegnato alla Figc l’elenco delle società aventi diritto a partecipare ai campionati professionistici, e come da previsioni, il Palermo non sarebbe nella lista. Tra poco meno di un’ora avrà inizio il Consiglio Federale, che dovrebbe di fatto ufficializzare l’esclusione dei rosanero dalla Serie B.

Dunque, adesso, la compagine siciliana ripartirà dai dilettanti, con l’obiettivo di provare nuovamente la grande scalata verso i piani alti del mondo del calcio. Il sindaco Leoluca Orlando, direttamente dalla sede di Palazzo delle Aquile, è pronto ad annunciare il bando per l’acquisizione del Palermo Calcio. Pertanto, da oggi parte ufficialmente l’iter per la concessione del titolo sportivo ad una nuova proprietà.

Di seguito, le dichiarazioni del primo cittadino.

“È richiesto un piano triennale perché noi immaginiamo che chi si presenta debba dirci cosa intenda fare nei prossimi tre anni. Questo è un qualcosa di doveroso. I soggetti dovranno presentare un programma di calcio femminile e giovanile, un programma che preveda anche altre attività. C’è da dimostrare una solidità economica, per capire se il soggetto è realmente in grado di affrontare le spese in questione. Il 23 luglio 2019 scade il termine perché si possa procedere, si potranno chiedere dei chiarimenti sul bando ma almeno cinque giorni prima della scadenza. La documentazione verrà studiata dal sindaco ma ho deciso di avvalermi anche dell’esperienza dell’ex presidente del Tribunale Guarnotta che ringrazio pubblicamente per aver accettato di condividere insieme questa esperienza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy