Napoli, ecco Elmas: “Un sogno essere allenato da Ancelotti, mi sento già in famiglia. CR7? Non mi fa paura”

Napoli, ecco Elmas: “Un sogno essere allenato da Ancelotti, mi sento già in famiglia. CR7? Non mi fa paura”

Le parole neo acquisto del Napoli, Eljif Elmas, durante la conferenza stampa di presentazione

Giornata di presentazioni in casa Napoli.

Dopo il saluto del Fenerbahce e le visite di rito a Villa Stuart, l’approdo in azzurro di Eljif Elmas, appariva ormai praticamente scontato. Nella giornata di ieri, però, è arrivata anche l’ufficialità tramite un Tweet diffuso del club partenopeo. “Benvenuto al Napoli Eljif #ForzaNapolisempre!”, il messaggio della società campana che, questo pomeriggio, ha presentato il centrocampista macedone durante la consueta conferenza stampa di presentazione svoltasi direttamente dal teatro di Dimaro.

“Sono felice di essere qui. Mi sono trovato molto bene con tutti i compagni. Mi sento già in famiglia, al Napoli c’è aria di famiglia.  Pandev mi ha detto di apprezzare questa maglia, so quanto siamo forti. Mi ha detto di notare l’appoggio dei compagni, questa è una squadra adatta per me. Per me è un sogno stare a fianco di Ancelotti. Posso acquisire tutto ciò che mi può dare il mister. Indicazioni tattiche? E’ ancora presto, non voglio sbilanciarmi. Sono cose fra me e Ancelotti, sono passati solo due giorni, lavoreremo sulla tattica”. Il capo della comunicazione Lombardo aggiunge: “Fatemelo dire, i risultati fisici di questo ragazzi sono stati definiti eccezionali. La telefonata di Ancelotti ha avuto un gran peso nel prendere questa decisione”.

Inevitabile la parentesi relativa alla Juventus di Cristiano Ronaldo e al suo ruolo: “Il nome di Ronaldo nel mondo del calcio ha ovviamente un certo peso, ma per me non ha valore, non mi spaventa. Io ho giocato in tante posizioni, mi trovo bene. Ma quello che Ancelotti ci chiederà io farò, sempre al meglio. Una squadra non fa solo la fase offensiva, ma anche quella difensiva. A me piace tanto attaccare, ma se mi verrà richiesto di dare una mano dietro lo farò. Rivalità Juve-Napoli?  Si tratta di due squadre molto forti, sarà bello giocare contro la Juventus. Vediamo cosa succederà”.

Chiosa finale sugli obiettivi futuri e i sogni nel cassetto: “Ho un sogno molto grande, ma ho paura a dirlo, altrimenti non si realizza (ride, ndr). Se la Champions ha influito nella scelta Napoli? Certo, è ovvio. E’ stata una delle motivazioni che mi hanno spinto a venire qui, col Napoli potrò dare il meglio, proverò a esprimere il mio talento e giocare la Champions League. Fabian e Zielinski? Potrei essere simile a loro ma ogni calciatore ha delle qualità particolari. Idolo? Ronaldinho. Come Hobby mi piace tanto ascoltare la musica, sfrutto il mio tempo libero così. Faccio anche altri sport come nuovo e basket. Non mi piace invece passeggiare. Tifosi? Ho sentito il calore e l’amore per il Napoli. Adesso voglio ripagarli della fiducia e fare bene quando scenderò in campo”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy