Napoli, è il Gattuso-day: oggi il primo allenamento a Castel Volturno. Le idee di Ringhio e il mercato…

Napoli, è il Gattuso-day: oggi il primo allenamento a Castel Volturno. Le idee di Ringhio e il mercato…

Sarà Gennaro Gattuso il nuovo allenatore del Napoli dopo l’addio di Carlo Ancelotti: oggi il primo allenamento a Castel Volturno. Modulo e mercato…

E’ il giorno di Gennaro Gattuso al Napoli.

Una giornata frenetica, quella che attende l’ex allenatore del Milan, prossimo a diventare il nuovo allenatore del Napoli dopo l’esonero di Carlo Ancelotti, ufficializzato ieri sera nonostante la vittoria conquistata per 4-0 al San Paolo contro il Genk. Rino è pronto a raccogliere l’eredità del suo maestro già da oggi quando, atteso a Castel Volturno, dirigerà alle ore 14 il suo primo allenamento. La società di Aurelio de Laurentiis, che nel frattempo ha annullato ogni iniziativa commerciale prevista nella giornata di oggi, presenterà Gattuso nei prossimi giorni alla stampa. Viaggio inverso per Carlo Ancelotti: dopo la notizia dell’esonero, l’ex allenatore di Real Madrid e Milan lascerà in queste ore la città insieme al suo staff.

MODULO – Sembrano essere poche le riserve sul modulo che utilizzerà Gennaro Gattuso. Il suo Napoli dovrebbe giocare con il 4-3-3 visto al Milan. Nelle idee del tecnico sarà questo il sistema di gioco di partenza, poi ci potranno essere varianti in base alla partita. La difesa è il reparto dove ci saranno meno stravolgimenti. È facile individuare i titolari: Di Lorenzo e Mario Rui (considerati i problemi di Ghoulam) sulle corsie laterali, Manolas e Koulibaly centrali. Il centrocampo ripartirà da Allan. Il brasiliano, nel 4-3-3, può giocare sia davanti alla difesa che da mezzala, essendo il giocatore che incarna di più le caratteristiche dell’allenatore: grinta e sostanza. Rino ha bisogno di una mezzala di qualità: Fabian Ruiz può diventare un suo titolarissimo e inserirsi di più. L’altra mezzala la può fare Zielinski. L’attacco è il reparto in cui c’è più abbondanza: Lozano potrà tornare a ricoprire il ruolo di esterno d’attacco ed essere più libero di cercare la profondità, mentre a sinistra agirà Insigne nel suo ruolo naturale. Come prima punta, difficile non puntare su Milik, complice la tripletta messa a segno dalla stesso centravanti polacco in Champions League. Tuttavia, non va dimenticato Mertens, che può giocare in tutti i ruoli dell’attacco. Llorente resta un jolly, spesso a gara in corso.

MERCATO – Si prospettano, inoltre, altri cambiamenti per la società campana: nel mese di gennaio sarà necessario intervenire sul mercato per completare la rosa a disposizione di Gattuso. Secondo quanto riportato dal ‘Corriere dello Sport’, se Mertens e Callejon dovessero partire per la Cina, lo faranno ma non a parametro zero: questa è un’ipotesi percorribile soltanto in estate, a contratto scaduto. Ma adesso, come per Hamsik nella passata stagione, bisognerà presentare un’offerta concreta al Napoli. Chi potrebbe bussare alla porta del club partenopeo è il Manchester City pronto a sondare il terreno per Koulibaly, la cui valutazione si aggira attorno ai 108 milioni di sterline; cifra che a luglio il Manchester United aveva messo sul tavolo. Allan, oggetto dei desideri del Paris Saint-Germain, invece, lo scorso gennaio valeva 80 milioni di euro. Tutto dipenderà dalla centralità del giocatore brasiliano nel progetto tecnico di Gattuso, nonostante resti affascinato dalla possibilità di trasferirsi in Francia. E Insigne? Il suo futuro potrebbe essere lontano dal Napoli e il Napoli, ma solo al termine della stagione.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy