Napoli, braccio di ferro De Laurentiis-squadra: la mediazione di Giuntoli può essere decisiva. La situazione

Prove di disgelo in casa Napoli grazie alla mediazione del direttore sportivo Cristiano Giuntoli: De Laurentiis incontrerà la squadra dopo la trasferta di Liverpool

Prove di disgelo in casa Napoli.

Le multe diramate in questi giorni hanno segnato uno strappo definitivo o quasi tra la società e i suoi calciatori. Proprio per questo motivo, il direttore sportivo del Napoli Cristiano Giuntoli si è recato a Roma cercando di mediare la situazione. Il dirigente originario di Firenze non è partito alla volta dell’Inghilterra con la squadra per la delicata sfida contro il Liverpool, bensì – secondo quanto riportato da ‘Il Mattino’ – avrebbe incontrato Aurelio De Laurentiis presso la sede della Filmauro per convincerlo ad incontrare la squadra.Un summit che potrebbe andare in scena già al ritorno del Napoli da Liverpool o la prossima settimana, prima della gara contro il Bologna.

Un primo segnale di distensione che dovrebbe porre fine ad uno scambio di colpi senza precedenti. Giuntoli avrebbe anche parlato con Allan, uno dei calciatori più facinorosi, comunicandogli la volontà del presidente di incontrare la squadra, come richiesto dai giocatori stessi. Si saprebbero già le richieste: i giocatori non vorrebbero pagare la multa che lunedì mattina la società ha spedito e chiederanno a De Laurentiis di fare marcia indietro sulla decisione. Il patron si prepara, dunque, a fare il primo passo e ad ascoltare gli uomini di Carlo Ancelotti, informati da Giuntoli sulla volontà di De Laurentiis di andare a Castel Volturno.

Nella giornata di ieri, ad interrompere il silenzio stampa è stato Giovanni Di Lorenzo, intervenuto insieme al tecnico azzurro ai microfoni della stampa alla vigilia del match di Champions League: “Non stiamo facendo benissimo, ma la Champions ci dà una carica speciale: stasera potrebbe arrivare la qualificazione che è l’obiettivo di questa prima parte della stagione”, ha dichiarato il difensore. Sul terreno di gioco di Anfield la squadra si è mostrata sorridente nel riscaldamento, anche se è facile percepire la delusione sui volti dei calciatori. Erano certi, infatti, che la società avrebbe usato una mano più leggera. Le sanzioni, per alcuni, arrivano anche al cinquanta per cento del lordo mensile.

Su come procederà la vicenda peserà l’incontro con il presidente De Laurentiis: certamente nessuno ha intenzione di accettare le sanzioni ed per questo che l’incontro è stato sollecitato. Per gli addetti ai lavori l’impressione è che la furia di De Laurentiis potrebbe non fermarsi qua e che quindi nelle prossime settimane potrebbero esserci altre ritorsioni, con la richiesta danni per i diritti di immagine. Sul piede di guerra sono soprattutto Mertens e Callejon: il loro contratto scadrà il prossimo 30 giugno e hanno poco da perdere da questo conflitto. Con la giusta offerta, potrebbero andare via già nel mese di gennaio. Che è quello a cui stanno lavorando tutti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy