Napoli-Benevento, D’Angelo: “Montipò poco impiegato. Salvezza? Una lotta fino all’ultima giornata”

Le parole dell’allenatore in seconda del Benevento, Maurizio D’Angelo, a margine del ko contro il Benevento

Benevento

Ko del Benevento al “Maradona”.

Cade il Benevento in casa del Napoli, nella 24^ giornata di Serie A. A decidere le reti di Mertens e Politano che regalano agli azzurri il derby campano e l’aggancio in classifica alla Lazio. Un ko analizzato al triplice fischio all’allenatore in seconda dei sanniti Maurizio D’Angelo, intervenuto in conferenza stampa.

“Da qui alla fine per noi ogni gara è fondamentale per raggiungere il nostro obiettivo. A mio modo di vedere abbiamo fatto una buona gara a livello difensivo, nel primo tempo il nostro portiere non ha mai fatto una parata determinante. Abbiamo preso gol da Mertens perchè un nostro calciatore non è salito ed ha lasciato in gioco il loro attaccante. In ogni caso venire a Napoli e vedere che il portiere non fa grandi parate aumenta la convinzione che siamo una squadra compatta. Dovevamo far arrivare ai nostri attaccanti tra le linee qualche pallone in più. Ci serviva maggiore velocità nel ribaltare l’azione e creare qualche difficoltà al Napoli. Nel primo tempo non siamo riusciti a cercare i nostri attaccanti, nella ripresa siamo riusciti a dargli qualche pallone in più”.

“Abbiamo fatto pareggi importanti, sappiamo che ci sarà da soffrire – ha ammesso D’Angelo – sarà una salvezza da conquistare punto su punto, probabilmente sarà una lotta che durerà fino all’ultima giornata. Sappiamo la qualità delle squadre che ci sono dietro, questo conferma il valore della nostra rosa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy