Mirri: “Con l’ACR Messina voglio una squadra che lotta. Problemi per Boccadifalco? Ho avuto un colloquio col comandante”

“Non credo fosse pensabile fare 10 vittorie ad inizio campionato, ma chiaramente l’augurio resta quello di tornare al successo il prima possibile”

Riduzioni posti a sedere? Credo che bisognerebbe fare uno studio di fattibilità per capire quale possa essere una dimensione corretta per una città come Palermo“.

Così il presidente del Palermo Dario Mirri, a margine della presentazione del nuovo shoulder sponsor avvenuta questa presso Palazzo Forcella De Seta: “Sfida con Messina? Vorrei vedere in campo una squadra che lotta, suda e chiaramente il desiderio è quello della vittoria. E’ chiaro che l’ACR Messina è una squadra importante con giocatori, allenatore importanti, speriamo che i nostri riescano a fare meglio“.

Palermo, Mirri annuncia: “Nuova maglia? Ecco quando arriverà. L’anno scorso il Bari…”

In numero uno del club di viale del Fante si è poi soffermato sul momento che sta attraversando la squadra allenata da Rosario Pergolizzi: “Nel calcio succede: si perde e si vince – ha detto Mirri -. Non credo fosse pensabile fare 10 vittorie ad inizio campionato, ma chiaramente l’augurio resta quello di tornare al successo il prima possibile. Centro sportivo? Entro il 2020 mi piacerebbe che la squadra non andasse in giro ad affittare campi, credo che una squadra che vuole tornare tra i professionisti non possa raggiungere senza livelli senza un campo. Il mio sogno è quello di avere un campo o due campi in cui possano allenarsi e creare talenti veri e propri“.

La formazione rosanero in queste settimane si è allenata al Pasqualino di Carini in attesa che venga sbloccata la questione relativa a Boccadifalco: “C‘è stato un cambio di guardia e martedì avrò un colloquio con il nuovo comandante. Il campo è perfetto e in condizioni perfetto, dunque se ci autorizzano l’indomani possiamo tornare ad allenarci lì. Boccadifalco sarebbe una soluzione comunque tampone, in attesa di realizzare i progetti pensati per il club. Derby in Serie A? Sogno di tifosi del Palermo e Messina, ma è chiaro che la realtà dice ben altro, quindi è chiaro che dobbiamo lavorare per raggiungere degli obiettivi con il lavoro“, ha concluso Mirri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy