Milan, Ibrahimovic espulso a Parma: cosa rischia lo svedese? Il club prepara il ricorso

Le prossime mosse dei rossoneri per evitare una maxi squalifica allo svedese

Milan

La squalifica di Zlatan Ibrahimovic potrebbe essere più lunga del previsto.

La sfida andata in scena ieri tra Parma Milan ha visto i rossoneri uscire vittoriosi dal rettangolo verde dello Stadio Tardini. Un successo fondamentale per la compagine di Stefano Pioli, che con l’1-3 rifilato ai ducali compie un altro passo in avanti verso la qualificazione alla prossima Champions League.

VIDEO Milan, l’espulsione di Ibrahimovic e le parole di Donnarumma all’arbitro: “Sempre protagonisti…”

Nonostante i tre punti conquistati, però, fa notizia l’espulsione di Ibrahimovic che a circa mezz’ora dal termine dell’incontro ha lasciato il Milan in dieci uomini. Il gigante svedese sarebbe stato sanzionato dall’arbitro Maresca per avergli mancato di rispetto verbalmente gara, così da procurarsi questo cartellino rosso molto discusso a fine match.

Prima Pagina, La Gazzetta dello Sport: “Milan, sei bello fuori. Conte alla rovescia. Tutta Juve e Chiesa”

Un episodio di proteste che sembrerebbe ancora tutto da chiarire, anche agli occhi dello stesso giocatore che non avrebbe compreso appieno la decisione del direttore di gara. Tutto si deciderà nei prossimo giorni, quando il Giudice sportivo emetterà le sentenze per il prossimo turno di Serie A.  Nel caso in cui il Tribunale Federale rifili più di una giornata di squalifica a Ibrahimovic, il club rossonero sarebbe pronto a preparare un ricorso per scongiurare un’eventuale maxi assenza del suo centravanti.

Milan

 

VIDEO Milan, Costacurta su Donnarumma: “Rinnovo? Non sono nella sua testa, perché bacia la maglia?”

Il Milan è infatti attesa da una serie di appuntamenti decisivi per il finale della stagione in corso, con l’obiettivo di arrivare nelle prime quattro posizioni della classifica. L’utilizzo della prova tv potrebbe risultare decisivo per evitare una pesante sanzione a Ibrahimovic, anche se l’intenzione della società milanista sarebbe quella di attendere fino all’ultimo la decisione del Giudice sportivo. Nel caso in cui quest’ultimo dovesse dare solo una giornata di assenza al classe ’81, il Milan accetterebbe senza remore la decisione. In caso contrario arriverebbe puntuale la presentazione del ricorso, sperando che il Tribunale Federale possa rivedere interamente il caso che più i tutti a fatto infuriare i tifosi rossoneri nel match contro la formazione emiliana.

Parma-Milan, Pioli: “L’importante era vincere. Rinnovo Donnarumma? Ho un consiglio per lui”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy