Mancini: “Gruppo importante, dispiaciuto per Zaniolo. Euro 2020? Soddisfatto solo se arriviamo primi”

Le parole del ct della Nazionale italiana, Roberto Mancini, in vista di Euro2020

italia

Parola a Roberto Mancini.

Da Euro 2020, al derby della Madonnina, al gioco della Juventus: sono diversi i temi trattati dal ct della Nazionale italiana, Roberto Mancini, giunto come ospite negli studi di “Sky Sport” per analizzare il momento vissuto dagli azzurri in vista del prossimo europeo.

“Abbiamo iniziato a fare questo tipo di gioco perché abbiamo giocatori con qualità tecniche importanti. Dobbiamo cercare di tenere la palla il più possibile ed evitare di concedere calci d’angolo. Stiamo seguendo tanti giocatori, anche se chiaramente la squadra è quasi fatta. Dispiace molto per Zaniolo, ma abbiamo tanti giocatori bravi e tecnici. In mezzo al campo siamo messi molto bene. Anche davanti siamo messi molto bene, sono migliorati tantissimo ed hanno trovato un’ottima intesa. Serviranno 4-5 giorni per togliere le scorie del campionato. Poi le motivazioni, vista l’importanza della competizione, arriveranno da sole. Un gruppo importante, c’è grande feeling fra i ragazzi. E questo è stato determinante per vincere tante gare di fila. La Francia è molto forte, oltre che giovane. Anche noi però siamo forti e giovani, abbiamo giocatori molto bravi. Possiamo fare cose ottime. Per quelli che sono meno esperti in questo tipo di partite, sarà fondamentale la spensieratezza e l’esuberanza. La voglia di giocare una manifestazione così importante sarà fondamentale. Belotti forse è un po’ in difficoltà visto il momento del Toro, Immobile invece sta facendo valanghe di gol. L’importante è questo. Sarò soddisfatto se arriviamo primi. È l’atteggiamento giusto. Noi siamo l’Italia, è da troppo tempo che non vinciamo in Europeo”.

L’allenatore si è poi espresso sul gioco espresso dalla Juventus: “Di solito riesce a farlo, ma ha trovato due sconfitte diverse. Il Napoli è molto forte, il Verona sta giocando benissimo: ha trovato solo due squadre molto complicate. La Juve resta una squadra straordinaria, tutte le volte che l’ho vista è sempre andata bene. È una squadra che vince da 8 anni, resta la più forte del campionato. Bernardeschi? Credo che il suo ruolo migliore è quello di esterno d’attacco, a destra o sinistra. Spero che possa giocare un po’ di partite da qui alla fine, ma farà parte del gruppo all’Europeo”.

Chiosa finale sul derby: “È stato veramente un bel derby. Giocatori interessanti per la Nazionale? Ne ho visti tre stasera. Dopo tanti anni è bello avere un campionato così tirato, con tre squadre in un punto. Penso possa fare bene anche ai ragazzi della Nazionale. Il Milan ha giocato molto bene nel primo tempo, hanno concesso solo una ripartenza a Lukaku. Nella ripresa, il gol preso a freddo, ha messo un po’ paura, e l’Inter ha capito che avrebbe potuto recuperare. I nerazzurri poi sul 2-2 sono diventati devastanti”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy