Liverpool-Napoli, Klopp: “Non mi fido della crisi degli azzurri. Modulo? Serve attenzione, l’assenza di Insigne…”

Le dichiarazioni del tecnico dei Reds, Jurgen Klopp, in vista della sfida contro il Napoli

Il Liverpool scalda i motori alla vigilia dell’insidioso match contro gli azzurri.

Vincere per chiudere definitivamente il discorso legato alla qualificazione agli ottavi di Champions League: questo l’obiettivo del Liverpool che, domani sera, sarà chiamato ad affrontare ad “Anfield” il Napoli di Carlo Ancelotti nella 5^ giornata della fase a giorni del prestigioso torneo. I Reds, in cerca di riscatto dopo la sconfitta rimediata al “San Paolo”, scenderanno in campo con l’obiettivo di conquistare i tre punti per staccare il pass per gli ottavi di finale. Nonostante il momento particolarmente delicato vissuto dal club dentro e fuori dal campo, il tecnico Jurgen Klopp, ha comunque invitato i suoi a non sottovalutare l’avversario.

Sarà una partita difficile, nonostante quello che sta succedendo. Magari gli azzurri si caricano. Bisogna vincere, è l’obiettivo che in ogni partita abbiamo sia noi che il Napoli. Contro gli azzurri è sempre una partita difficile, stanno succedendo tante cose ma resta un avversario molto forte. Hanno vinto contro di noi due volte: l’anno scorso abbiamo giocato male, quest’anno no ma abbiamo perso lo stesso. Mi aspetto un Napoli ancor più forte e carico, se fossi un calciatore proverei a riunire il gruppo e a lottare. Poi Ancelotti ha grande esperienza ed è abituato a gestire situazioni del genere. Come avrei reagito io? Non so che dire sinceramente. Qui in Inghilterra è diverso, non ci chiedono di andare in ritiro ma molto spesso mi è capitato. A Mainz, per esempio, succedeva quando le cose non andavano bene. Ma non so cosa sia successo a loro”.

Chiosa finale su infortunati e indisponibili: “Matip sta migliorando ma non sarà convocato. Dobbiamo fare delle valutazioni con grande attenzione, è un momento importante della stagione. Salah sta bene, Keita non sta benissimo. Insigne non giocherà? Il Napoli è comunque forte, anche se nelle ultime settimane non hanno ottenuto i risultati che volevano. Ma ora sono a Liverpool, non in Italia, e magari sentono un po’ di sollievo. Ci dobbiamo aspettare una partita aperta, al posto di Insigne ci sarà sicuramente un calciatore forte. Poi Ancelotti non ha bisogno di consigli, mi farebbe piacere parlargli ma non mi permetterei mai di dargli dei consigli. Il Napoli ha esperienza, velocità: per noi sarà difficilissima. Tutto il resto non conta né per noi né per loro, si tratta di giocare una partita di calcio”.  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy