Lipsia, Nagelsmann elogia Guardiola: “Ha cambiato il calcio, nessuno come lui. Klopp o Ragnick? Ecco a chi mi ispiro”

Le parole del tecnico tedesco

lipsia

Guardiola, Klopp e Ragnick i tecnici più influenti della Bundesliga.

Così Julian Nagelsmann, tecnico del Lipsia intervenuto in un’intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di Bundesliga.com. L’allenatore della compagine tedesca ha parlato dei sui idoli in panchina, da Guardiola Ragnick passando per Klopp e tutte le fondamenta tecniche del campionato tedesco. Ecco le sue parole: “Hanno introdotto uno stile diverso in Germania, che forse era stato precedentemente praticato in Italia da Sarri e altri allenatori. In generale, ci sono tendenze nel calcio che vanno e vengono. Ralf ha iniziato a usare la sua pressione estrema e le transizioni rapide anche nella quinta divisione (Oberliga) con il Lipsia. Klopp ha fatto lo stesso con Magonza e Dortmund. Ha sempre descritto il “gegenpressing” (pressione dopo la sconfitta) come l’elemento fondamentale delle loro squadre. Sono una coppia di menti che hanno portato alla fama un certo stile di calcio e continuano a farlo “.

Atalanta, il sogno di Gosens: “Bundesliga? Se dovesse aprirsi una porta, coglierei quell’occasione”

Nagelsmann si è poi soffermato sui rilevanti cambiamenti portati da Guardiola durante gli anni nei quali ha guidato il Bayerno Monaco in Bundesliga:”Ha aggiunto molte fasi di possesso e modi insoliti di giocare con la palla, che hanno portato il calcio ad un altro livello. Le partite di calcio sono sempre definite da un gioco di varie fasi di gioco, perché non credo di aver mai visto una partita in cui una squadra può giocare esclusivamente in base alle transizioni, alla pressione o al possesso esclusivo della palla “.

Chiosa finale sulla sua personale ispirazione calcistica per quel che riguarda lo stile di gioco: “Le squadre di maggior successo devono risolvere i problemi in ciascuna delle quattro fasi di gioco e calci piazzati. A seconda degli allenatori, ci saranno sempre preferenze ed enfasi su fasi specifiche. Ed è chiaro che Ragnick e Klopp danno più peso al possesso. dell’avversario e del passaggio che Pep Guardiola”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy