Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

le dichiarazioni

L’ex Palermo Kjaer: “Mia carriera? La cambierei solo per essere al Milan da 15 anni”

PALERMO, ITALY - FEBRUARY 08:  Giulio Migliaccio (C) of Palermo celebrates after scoring their first goal with teammates Mark Bresciano (L) and Simon Kjaer (R) during the Serie A match between US Citta di Palermo and SSC Napoli at the Renzo Barbera Stadio on February 8, 2009 in Palermo, Italy.  (Photo by New Press/Getty Images)

Il difensore danese giura amore eterno al Diavolo: "La mia carriera la vedo finire a Milano"

Mediagol (gm) ⚽️

Portato in Italia dal Palermo dopo averlo prelevato dal Midtjilland, il difensore danese, con la maglia rosanero ha disputato due stagioni di ottimo livello collezionando anche 62 presenze e 5 reti. Dopo varie esperienze in Serie A e all'estero, è al Milan che Simon Kjaer ha trovato la sua dimensione. In meno di due anni, il classe '89, è riuscito a ritagliarsi un prezioso spazio in rossonero dentro e fuori dal campo. Un rapporto importante, quello tra il club meneghino e l'ex Palermo - fresco di rinnovo, come confermato dallo stesso Kjaer durante un'intervista concessa al canale danese BT.

Per molti anni ho cercato di vedere se fosse possibile arrivare al Milan, ma sono le coincidenze del calcio che hanno fatto sì che accadesse in questo modo. Ci sono molte cose che rendono il Milan il club dei sogni. Vivo a Milano, dove i miei figli e mia moglie sono felici. Nessuna squadra al mondo avrebbe potuto chiamarmi e attirarmi lì se ci fosse stata anche un’offerta del Milan. Non importa chi ha chiamato“.

Infine, due battute sul rinnovo: “Il rinnovo di contratto mi conferisce un nuovo status, lo apprezzo. Per me è una pacca sulla spalla, anche perché il Milan ha la politica di non prolungare più di un anno alla volta con i giocatori over 30. Io invece ho firmato per due. Questo è il segnale più grande che il club potesse darmi. Non cambierei la mia carriera, o forse sì, se avessi potuto giocare nel Milan per 15 anni. Ma la mia storia non avrebbe potuto essere scritta meglio: sono finito a Milano dopo tutti i posti in cui sono stato e le esperienze che ho avuto dentro e fuori dal campo. Se chiuderò in Italia? Sì potrei, al Milan“.