Lazio-Inter, Inzaghi: “Certi che avremmo vinto. Correa? E’ il nostro top player, l’assenza di Lulic…”

Lazio-Inter, Inzaghi: “Certi che avremmo vinto. Correa? E’ il nostro top player, l’assenza di Lulic…”

Le dichiarazioni del tecnico biancoceleste, Simone Inzaghi, a margine del successo maturato contro l’Inter di Antonio Conte

Festeggia la Lazio.

Va ai biancocelesti la super sfida della ventiquattresima giornata di Serie A andata in scena questa sera all‘Olimpico. Un successo che permette agli uomini di Simone Inzaghi di volare al 2° posto in classifica, esattamente ad una lunghezza di svantaggio dalla Juventus capolista. Match analizzato al triplice fischio propri dal tecnico della formazione capitolina, intervenuto ai microfoni di “Sky Sport”.

“Sapevo che Lazzari e Correa sarebbero stati due ottimi cambi, hanno fatto benissimo insieme a Cataldi. Abbiamo fatto un’ottima partita contro una squadra che aveva perso solo una volta in tutto il campionato. Io penso che stiamo tenendo un grandissimo percorso ed eravamo talmente sicuri di vincere la partita che abbiamo preso qualche ripartenza di troppo. Le prossime saranno partite pesanti e i ragazzi hanno fatto una settimana importante e durante il riscaldamento di stasera erano un po’ contratti ma gli ho detto di viverla serenamente. Noi con i ragazzi parliamo spesso e sappiamo cosa abbiamo racimolato. Ora siamo lì e il campionato crea sempre molte insidie. Lukaku e Lautaro hanno creato molti problemi a tutta la difesa e avevo preparato preventivamente Leiva per coprire i tre dietro. Acerbi, Radu e Luiz hanno fatto davvero bene perché hanno fatto creare poco a uno degli attacchi che crea tanto in campionato. Io guardo molto gli allenamenti: Correa sta tornando bene e secondo me stasera era la partita di Caicedo nonostante avessi provato Correa ieri in rifinitura. Il Tucu è un nostro top player e sta tornando nel migliore dei modi. Se durante questa settimana mi dimostra le cose giuste, partirà titolare dal primo minuto col Genoa. Su Sergej si sono alzate molto le aspettative e gli chiedo molta quantità insieme alla qualità: gioca tanto per la squadra e spende sempre qualche sacrificio in più. Leiva è un giocatore incredibile e al di là dei singoli bisogna parlare di questo gruppo che tra infortuni e squalifiche, riusciamo a mettere sempre in campo un ottimo calcio. Stasera mancava il nostro capitano Lulic ma Jony e Marusic non hanno fatto sentire affatto la sua mancanza. Probabilmente sì, c’è del sentimento fra me e i miei ragazzi, sono quattro anni di emozioni continue e l’anno scorso dicevo ai ragazzi che non dovevano sentire di essere arrivati ottavi ma aver vinto la Coppa Italia”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy