Italia-Armenia, Belotti è inarrestabile: il Gallo tra la Nazionale, il Torino e il ritorno a Palermo…

Andrea Belotti è il giocatore più utilizzato in Italia: il capitano del Torino, punto fermo di Mancini, ha giocato 1.884 minuti dall’inizio della stagione

belotti

“Questo Belotti è inarrestabile”.

Titola così l’odierna edizione de il ‘Corriere dello Sera (ed. Torino)’. D’altra parte, la decima vittoria consecutiva per la scatenata Italia di Roberto Mancini, mette in evidenza l’inarrestabile marcia del ‘Gallo’ anche in Nazionale: dopo gli Azzurri, già qualificati a Euro 2020, restano a punteggio pieno nel girone dopo aver superato a Zenica la Bosnia Erzegovina con un netto 3-0, grazie alle reti di Francesco Acerbi, Lorenzo Insigne e Andrea Belotti, che sogna un Europeo sotto i riflettori.

“Andrea Belotti, sempre lui, solo lui (o quasi). Lontani, lontanissimi i tempi che lo vedevano escluso dai convocati di Roberto Mancini, commissario tecnico di un’ Italia che stava prendendo forma senza un centravanti di peso. Poi Belotti e Ciro Immobile sono tornati ai livelli di una volta, cambiando marcia e cambiando i programmi pure della Nazionale. Un’ alternanza quasi scientifica, la staffetta verrà proposta anche contro l’ Armenia: a Palermo (dove il Gallo ha debuttato in serie A) toccherà a Immobile dal primo minuto, in Bosnia il titolare è stato Belotti, autore di una prestazione positiva sotto ogni punto di vista. Un gol spettacolare, un assist, altri novanta minuti più recupero”.

Domani, l’Italia sfiderà allo Stadio “Renzo Barbera” l’Armenia, chiudendo così il girone di qualificazione del Gruppo J: l’obiettivo degli azzurri è conquistare l’undicesima vittoria consecutiva così da incrementare il proprio record di successi di fila e chiudere al meglio l’anno solare. Per Mancini, dunque, ci sarà la possibilità di continuare a mettere insieme fiducia e consapevolezza, confermando la maggior parte della squadra che ha battuto la Bosnia lo scorso venerdì, ma senza rinunciare ad un leggero turnover. A Palermo, infatti, nonostante il grande stato di forma del capitano granata, giunto ormai al suo gol numero 17 in stagione tra campionato, Europa League e Nazionale, il Ct farà rifiatare il classe ’93, che nel capoluogo siciliano con la maglia rosanero ha esordito in Serie A, dando spazio a Ciro Immobile.

“La scelta di Mancini di lanciare Belotti a Zenica per poi farlo rifiatare lunedì sera, almeno in partenza, rappresenta un’ ottima notizia per Walter Mazzarri e tutto il Torino. Già, perché un turno di riposo, anche parziale, a pochi giorni dall’ importantissima sfida con l’ Inter, sabato sera, è quel che può servire al capitano granata. Un altro dato spiega chiaramente come fin qui né il Torino, né la Nazionale abbiano avuto modo di farlo rifiatare: con 1.884 minuti disputati (statistica che non tiene conto dei tempi di recupero) è proprio Belotti il giocatore più utilizzato in Italia in questa stagione. […] Il Gallo non accenna a rallentare nemmeno in fase realizzativa, 17 sono i gol segnati in questo inizio di stagione, 17 erano le reti realizzate in tutto l’arco della scorsa annata sportiva, bottino già eguagliato al ritmo di un gol ogni 110 minuti, secondo più secondo meno. Ora sono 9 le reti segnate in Nazionale, una in più (guarda caso) di Immobile, raggiungendo al 33 o posto tra gli altri anche una leggenda granata come Gino Rossetti”, scrive il noto quotidiano.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy