Inter, Marotta boccia il rinvio: “Calendario compresso, decisione presa all’ultimo. Futuro? C’è preoccupazione”

Inter, Marotta boccia il rinvio: “Calendario compresso, decisione presa all’ultimo. Futuro? C’è preoccupazione”

Le parole dell’amministratore delegato nerazzurro, Giuseppe Marotta, relative alla decisione presa dalla Lega Calcio di rinviare le gare previste per questo weekend

Beppe Marotta non ci sta.

Settimana complessa per la Serie A, nuovamente bloccata a causa dell’emergenza coronavirus. In virtù della particolare situazione vissuta in questi giorni in Italia, la Lega Calcio, ha deciso di rinviare 5 match del massimo campionato italiano nonostante inizialmente fosse stato disposto il provvedimento delle porte chiuse. Tra queste anche il big match della ventiseiesima giornata di Serie A tra Juventus e Inter. Una decisione che, in virtù del fitto calendario dei nerazzurri, ha di certo fatto storcere il naso ai vertici meneghini. A darne prova sono le parole rilasciate dall’amministratore delegato Beppe Marotta durante un’intervista rilasciata ai microfoni di “Sky Sport”.

“Come cittadino dico che siamo in una  situazione di emergenza. E’ normale che dobbiamo avere grande rispetto per tutela della salute di ogni cittadino. Sono preoccupato. Se dovesse essere ufficializzato il blocco fino all’8 marzo delle regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto, mi chiedo come riusciremo a gestire alcune partite della prossima giornata come Atalanta-Lazio e Inter-Sassuolo, con squadre impegnate anche in Europa. Va adottato un criterio univoco e armonioso”. 

“Come Inter – ha continuato Marotta – abbiamo chiesto di convocare e con urgenza un Consiglio straordinario, i temi da discutere sono tanti e delicati. Il calendario è compresso di impegni, sarà difficile arrivare ad una scelta univoca.  Sono preoccupato per il futuro. Di sicuro la situazione poteva essere affrontata prima, evitando decisioni dell’ultimo momento”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy