Giovanni Tedesco: “Spero che il Palermo vada in Serie A, ai playoff accadono tante cose”

Giovanni Tedesco: “Spero che il Palermo vada in Serie A, ai playoff accadono tante cose”

L’ex centrocampista rosanero è soddisfatto per gli obiettivi raggiunti sulla panchina dei maltesi dell’Hamrum Spartans ma sogna un ritorno in Italia

La squadra non si piazzava nei primi quattro posti da ventisette anni, siamo contenti. Parteciperemo all’Europa League e c’è grande soddisfazione”.

Questo il pensiero di Giovanni Tedesco, allenatore dei maltesi dell’Hamrum Spartans, che ha conquistato la panchina d’oro e la storica qualificazione in Europa League: “Il livello si è alzato – ha ammesso a Tuttomercatoweb –. Ci sono allenatori italiani che hanno avuto una certa esperienza come Sanderra, Ugolotti e non solo. Sono contento anche di aver vinto la Panchina d’oro. Un riconoscimento prestigioso. Futuro in Italia? Aspetto il presidente che rientri. È normale che il mio desiderio sia quello di avere una chance in Italia. Ho accumulato esperienza, mi sento pronto per il salto. Sono ambizioso, voglio crescere e migliorarmi”.

Già tanta gavetta ma poche chance in Italia, con anche una brevissima esperienza in rosanero: “Il mio maestro? Ne ho avuti tanti. Delio Rossi mi ha lasciato tanto, ma se devo fare un nome per il modo di vivere le partite e il calcio dico Antonio Conte: ho letto molti libri, mi sono aggiornato su di lui. Quando perdo una partita sto male. Molti imitano Guardiola o Zeman, ma sono inimitabili. Ognuno deve avere la propria personalità”.

L’ex centrocampista, tra le altre di Palermo, Perugia e Fiorentina, si è poi soffermato sulla possibilità che i rosanero vadano in Serie A: “Spero che il Palermo vada in A. I playoff sono tutta un’altra cosa. Un altro campionato. I valori possono fare la differenza. Vince chi arriva meglio mentalmente e fisicamente. Mi auguro vinca il Palermo, ovviamente – ha concluso Giovanni Tedesco -. Ai playoff accadono tante cose”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy