Gimnasia, Maradona: “Non sono un mago, ma mi aspetto grandi cose. Messi? Vi svelo cosa gli ho insegnato”

Gimnasia, Maradona: “Non sono un mago, ma mi aspetto grandi cose. Messi? Vi svelo cosa gli ho insegnato”

Le dichiarazioni rilasciate dal nuovo allenatore del Gimnasia La Plata, Diego Armando Maradona, durante la conferenza stampa di presentazione

Nuova avventura in Argentina per Diego Armando Maradona.

Dopo l’esperienza in Messico, El Pibe de Oro è il nuovo allenatore del Gimnasia La Plata: pronto per questa nuova avventura, supportato dall’affetto e dall’entusiasmo che si respira tra tifosi e dirigenza del club argentino, l’ex bandiera del Napoli si è presentato al suo nuovo club e ai suoi nuovi tifosi: “Entrando in campo ho rivissuto la stessa emozione che ho provato quando sono nati i miei figli, mi stava scoppiando il cuore di gioia”, ha esordito Maradona.

“Io adesso non posso promettervi niente – ha proseguito con la voce rotta dall’emozione l’argentino -, come ho già detto anche alla squadra non sono un mago. Sono soddisfatto della grande e bella accoglienza riservatami, e io vi dico che da loro mi aspetto grandi cose”.

Chiosa su Leo Messi, grande fantasista argentino con cittadinanza spagnola e italiana e indiscusso erede calcistico dello stesso Maradona: “Durante la mia carriera ho avuto per le mani il Messi migliore, lo posso dire a voce alta. Ne poteva dribblare anche 5 contemporaneamente, un fenomeno. Insieme però a fine allenamento provavamo le punizioni. Un giorno mi chiesa di mostrargli come toccassi io la palla e gli dissi ‘è semplice, devi calciare nel centro, vedrai, un giorno ci riuscirai’. E fu proprio così che io gli spiegai come batterle, lasciandogli questa grande eredità”, ha concluso.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy