Genoa-Sampdoria, Thiago Motta: “Pronti a difendere questi colori. Derby? Vogliamo vincere da squadra”. E su Ranieri…

Genoa-Sampdoria, Thiago Motta: “Pronti a difendere questi colori. Derby? Vogliamo vincere da squadra”. E su Ranieri…

Le dichiarazioni del tecnico del Genoa, Thiago Motta, alla vigilia della gara contro la Sampdoria

E’ tutto pronto per il derby della Lanterna.

Manca sempre meno all’attesissima sfida del “Ferraris” che, domani sera, vedrà affrontarsi Genoa e Sampdoria in un match chiave per la lotta salvezza. Entrambe le compagini, reduci da momenti tutt’altro che semplici, occupano infatti rispettivamente il terzultimo e il quartultimo posto. Fondamentale dunque, sia per il Genoa che per la Sampdoria, maturare un risultato positivo nel derby per allontanarsi dalla zona retrocessione. Lo sa Thiago Motta che intervenuto alla vigilia della sfida si è soffermato a parlare del momento vissuto dai suoi nella consueta conferenza stampa post-gara.

Io vedo bene i miei ragazzi in allenamento, sono molto tranquillo per la partita di domani. Abbiamo provato le squadre che possono iniziare la partita. Sono convinto che inizierà faranno alla grande. Sono motivati come deve essere e stanno bene a livello fisico e mentale. Sono tranquillo perchè hanno la consapevolezza che è una partita importante. Ovviamente trattandosi di un derby è uno stimolo in più. E’ una partita bellissima da giocare. Devono dare il massimo non solo in partita ma negli allenamenti. La strada è quella: giocare da squadra. Lerager non c’è. Zapata come Kouamé no. Gli altri poi stanno bene”. 

L’allenatore si è inoltre espresso sulla condizione della squadra in vista del derby: “I giocatori vengono preparati in campo per giocare una partita. Il derby parliamo di una partita diversa ma i ragazzi lavorano al 200%. Sappiamo cosa significa il derby. Ma attenti: è una partita di calcio e non dobbiamo andare oltre. E i ragazzi lo sanno cosa fare: difendere la maglia del Genoa uniti. Il calcio è questo. Il derby è bellissimo da giocare. Mi immagino che tanti giocatori che la guardano, o i tifosi, io stesso come anche voi i giornalisti, vorranno entrare in campo. E’ uno stimolo in più. Noi siamo stati una squadra che ha vinto tante volte e in quell’occasione dall’altra parte era uno stimolo in più. Ogni partita è una storia diversa e noi abbiamo la possibilità di giocare una grande partita e vincere. Da queste parti non esiste la paura. Affronteremo il derby come una partita di calcio e come squadra si scende in campo per vincere. Spero di finire bene domani con una bella vittoria meritata. Non solo per noi in campo ma per chi viene a vedere la partita o chi la guarda in tv”. 

Inevitabile, infine, la parentesi relativa a Claudio Ranieri: “Capisco che in quel momento fosse arrabbiato. Ho avuto tanti allenatori in carriera ma Claudio è un grandissimo allenatore e affrontarlo da collega mi fa molto piacere. Ho solo belle parole per lui perchè ha dimostrato il valore con i risultati e come uomo, perchè è rispettoso ed elegante. Per prima cosa il mio non è un calcio spagnolo ma un calcio dove si gioca da squadra. Poi il suo calcio ha dimostrato per tanti anni di essere vincente. Domani sera sarà interessante affrontarlo e sono contento perchè abbiamo grandi stimoli. Io sto bene dove sono adesso. Al mio tempo abbiamo fatto la nostra storia. Questi ragazzi hanno l’opportunità di creare la loro storia e fare il loro percorso. Stanno lavorando bene, ma tutti i giorni non solo per questa partita. Hanno rispettato le consegne che ho messo da quando sono arrivato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy