Genoa, Perin: “Nelle ultime settimane la svolta, ecco come possiamo salvarci. Juventus? Rispondo così”

Genoa, Perin: “Nelle ultime settimane la svolta, ecco come possiamo salvarci. Juventus? Rispondo così”

Mattia Perin, estremo difensore del Genoa, dice la sua sulla corsa per la salvezza

La parola a Mattia Perin.

Il portiere del Genoa, ritornato in Liguria dopo l’esperienza alla Juventus, è già da subito divenuto un punto fermo della compagine guidata da Davide Nicola, spodestando Ionut Radu, passato al Parma. L’estremo difensore rossoblù si è concesso ai microfoni di Sky Sport facendo il punto della situazione sulla formazione dei Grifoni, terzultimi in serie A e in cerca di punti per la salvezza: “Sicuramente nelle ultime settimane c’è stata una svolta, abbiamo preso punti a Firenze e Bergamo, due campi difficili, poi abbiamo vinto contro il Cagliari. Abbiamo bisogno di risultati del genere, mancava un po’ di fiducia ma adesso l’abbiamo trovata con i risultati ottenuti. Possiamo fare ancora meglio, il mister è molto meticoloso e ci dà molta energia. Vogliamo lottare fino alla fine per raggiungere il nostro obiettivo“.

Sulla lotta salvezza: “Ci sono tante squadre che possono rientrare nella corsa salvezza, non siamo solo noi, la SPAL il Brescia e il Lecce. Pensiamo solo a noi stessi, senza guardare gli altri, altrimenti spenderemo energie inutili. Se facciamo il nostro lavoro ci tireremo fuori dalla posizione di classifica dove siamo adesso“.

Un ritorno molto gradito dall’estremo difensore classe ’92: “Le persone con cui sono cresciuto qui 10 anni sono le stesse, mi vogliono bene. Il centro sportivo è cambiato ed è di primissimo livello. Ringraziamo la società che ha investito tanto. I tifosi ci sostengono sempre, adesso vogliamo migliorare ancora le nostre prestazioni a Marassi. I tifosi sono fondamentali da sempre e ci danno tanta energia“.

Infine Perin dice la sua sulla Juventus, reduce dalla sconfitta contro il Verona: “Nella gestione di una stagione ci possono essere momenti di calo. I giocatori sanno come si esce da queste situazioni, hanno spessore umano e tecnico di primo ordine. In realtà non è una situazione complicata, le cose non possono andare sempre in discesa. Lo spessore farà la differenza quando le gare cominceranno a pesare“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy