Foschi: “Palermo in Serie D? Soffro da morire, con York Capital sarebbe stato un capolavoro”

Foschi: “Palermo in Serie D? Soffro da morire, con York Capital sarebbe stato un capolavoro”

L’ex direttore sportivo del club rosa, Rino Foschi, torna a parlare: “Arkus Network? L’esperienza mi diceva di agire, ho provato a fare qualcosa ma non ci sono riuscito”

Soffro maledettamente

Così torna a parlare Rino Foschi, il quale, intervistato da Il Corriere dello Sport, sibila poche ma efficaci parole a qualche giorno di distanza dal suo 73° compleanno, con un grande desiderio di sfogarsi che, almeno per il momento, deve provare a trattenere più che può.

Nel corso del proprio intervento ai taccuini del noto quotidiano sportivo nazionale, l’ormai ex ds (e per un periodo anche presidente) del Palermo Calcio, ha raccontato gli ultimi folli mesi passati dalle parti di Viale del Fante, spiegando come, tra le incredibili difficoltà che si sono succedute durante l’ultima stagione, avesse in testa un concreto piano di salvataggio del club siciliano, svanito a causa dei vari guai del gruppo Arkus Network: “Mi è sembrato chiaro, qualcosa non andava. L’esperienza mi diceva di agire“.

L’idea del dirigente romagnolo, infatti, era quella di ripetere la strategia adottata a febbraio con la proprietà inglese, provando a riprendersi le quote del club rosanero: “Ma non c’erano le condizioni, ho provato a fare qualcosa ma non ci sono riuscito“. Oggi Rino Foschi non riesce a darsi pace per quanto accaduto alla società di Viale del Fante ed il suo futuro non pare potersi legare al nuovo Palermo che sta nascendo in Serie D con il bando comunale del sindaco Orlando.

Lasciare il “suo” Palermo fra i dilettanti dopo aver pensato di poterlo riportare in Serie A, gli fa molto male: “In D? Io che volevo salvarlo, come posso viverla? Malissimo“. Il colpo finale di tutta la vicenda rosanero, dopo che le quote societarie erano tornate in mano alla De Angeli, è stata senza dubbio la cessione ai Tuttolomondo.

Foschi aveva infatti intuito che qualcosa non andasse e fino all’ultimo avrebbe provato a portare nel club siciliano il fondo statunitense York Capital, quando ancora la speranza era quella di arrivare in massima serie grazie ai risultati ottenuti sul campo e di risolvere così i diversi problemi economici in seno alla società: “Sarebbe stato un capolavoro“, afferma l’ex direttore sportivo del Palermo, trattenendo quasi le lacrime.

La convivenza con la nuova proprietà targata Arkus Network sarebbe stata praticamente impossibile da portare avanti: il direttore generale Fabrizio Lucchesi e i fratelli Tuttolomondo lo avrebbero subito messo ai confini del “progetto”, sospendendolo ufficialmente dai suoi compiti poiché probabilmente visto come un ostacolo ad alcuni piani mai svelati e in ogni caso non supportati dai fondi che erano stati inizialmente promessi dalla proprietà.

Al dirigente romagnolo sarebbe stato detto, di fatto, di non venire più in sede e di liberare la propria stanza: “un licenziamento in piena regola mentre gli introiti di cui ancora nell’ultimo periodo disponevano i nuovi dirigenti provenivano da operazioni di mercato condotte proprio dal ds l’estate precedente“.

La vicenda, peraltro, non sarebbe ancora conclusa e fra i diversi strascichi giudiziari che il Palermo Calcio si porterà dietro in seguito alla perdita dell’affiliazione, vi dovrebbe essere con ogni probabilità anche una vertenza con il dipendente Rino Foschi, il quale starebbe pensando di cautelarsi per i danni professionali subiti. Di certo, però, non sarà una pendenza in tribunale a ridargli la serenità ormai persa: “Soffro da morire, mi sfogo urlando da solo in macchina perché a casa non mi sopporta più nessuno“, conclude l’ex presidente e direttore sportivo del club rosanero.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto-Londra - 1 mese fa

    Ammesso e non concesso che quanto Foschi dichiara corrisponda al vero (mi chiedo perché all’epoca della cessione ad Arkus non si oppose pubblicamente), la signora DeAngelis, da sempre amministratore delle squadre del friulano, dovrebbe chiarire su quali basi scelse Arkus e perché.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy