Foschi, che stoccata a Wanda Nara: “Caso Icardi? È un circo, oggi anche un falegname può gestire un calciatore”. E su Dybala…

Foschi, che stoccata a Wanda Nara: “Caso Icardi? È un circo, oggi anche un falegname può gestire un calciatore”. E su Dybala…

Le dichiarazioni dell’ex ds del Palermo, Rino Foschi, che si sofferma sui temi più spinosi e dibattuti del nostro calcio con la consueta schiettezza…

Torna a parlare Rino Foschi.

L’ex Ds del Palermo, intervistato nel corso del format d’intrattenimento calcistico “Maracanà” in onda su TMW Radio, affronta uno dei temi più discussi del calcio italiano: quello relativo all’ormai noto “caso Icardi”. Il dissidio tra il bomber argentino e la dirigenza dell’Inter, nato poche settimane prima dell’inizio del mercato invernale 2019, si è trascinato fino ai giorni scorsi fino all’ufficializzazione del passaggio di Maurito al Psg. Situazione difficile e spinosa, con principale pomo della discordia riconducibile al rinnovo del contratto del bomber argentino, una trattativa complessa, poi degenerata a suon di frizioni con tecnici e compagni di squadra, il botta e risposta tra il club nerazzurro e la moglie-agente del classe ’93, Wanda Nara, con annesso progressivo deterioramento dei rapporti diplomatici tra le parti.

Il calcio è cambiato, perché il pallino lo muovono i procuratori e ci dobbiamo adeguare. I giocatori, con i loro agenti, pretendono tanto e si spostano come e quando vogliono. Spesso siamo soggetti a ricatti. E’ un baraccone, è un circo. I procuratori una volta dovevano fare un corso, adesso no. Ora un falegname può cominciare a gestire un calciatore e milioni di euro. Casi come quello di Icardi ne succederanno altri… Bisogna intervenire o ci saranno altri casi come quelli capitati all’Inter”.

L’ex presidente del Palermo, intervenuto sulle frequenze di TMW Radio durante Maracanà, si è inoltre soffermato sul delicato tema relativo al futuro di Paulo Dybala: ex pupillo di Maurizio Zamparini che, dopo essere esploso in rosanero, è approdato alla Juventus.

“E’ un giocatore importante che la Juve ha comprato al momento giusto e al costo giusto. La Juve ha cambiato allenatore, ha cambiato il ciclo e per il nuovo tecnico è una seconda punta. Lo scorso anno aveva una quotazione importante, ora quando non c’è più richiesta e gioca di meno e lo devi riproporre, vai in difficoltà. Ora bisogna soffrire e e andare avanti. Lui deve sperare di giocare più partite possibili e nel mercato di gennaio si vedrà. Trattato come un pacco? Purtroppo è successo. E’ cambiato allenatore e per Sarri nei suoi schemi Dybala non lo considera molto. Se viene offerto, non ha più la quotazione di prima. E quindi ti adegui e te lo tieni per ora. Dybala le soffre certe cose, come tutti”. 

Chiosa finale sulla Nazionale italiana: “Mancini fa bene a dire di stare sul pezzo, è una partita difficile. Se non la prendi con la giusta motivazione, rischi. E’ abbordabile, ma da prendere da gara vera. Mancini sta facendo un grande lavoro, è arrivato al momento giusto. Ha sfruttato quello che altri, mentre cambiava il ciclo, non sono riusciti a fare. Sta facendo bene, sta cominciando un ciclo importante. Abbiamo giocatori interessantissimi e sta facendo quello che deve fare. Era un suo sogno la panchina della Nazionale e farà bene, sono sicuro che come tifosi ci toglieremo tante soddisfazioni”.

Di Giulia Marraffa.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy