Fiorentina, a tutto Iachini: “Chiesa come Dybala, con Federico grande feeling. Ripresa campionato? Ho un sogno nel cassetto”

Fiorentina, a tutto Iachini: “Chiesa come Dybala, con Federico grande feeling. Ripresa campionato? Ho un sogno nel cassetto”

“Questa non è assolutamente una cosa usuale, non è paragonabile neppure alla pausa estiva. Bisognerà fare tanti test e stare attenti a non rischiare infortuni”

Questo è un virus nuovo, nessuno lo conosce. Per fortuna, Vlahovic, Cutrone e Pezzella non hanno avuto bisogno di un ricovero ospedaliero. Ora finalmente sono tutti e tre negativi“.

Questo il pensiero di Beppe Iachini in merito all’emergenza sanitaria che sta mettendo in ginocchio l’intera popolazione mondiale. Il tecnico della Fiorentina, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha poi parlato dell’ipotesi di riprendere nuovamente il campionato: “La priorità è la salute. Muoiono ancora tante persone, è difficile pensare al calcio. La decisione spetta alle figure competenti e noi ci adegueremo“.

Il club viola ha grandi progetti e Iachini è in continuo contatto col presidente Rocco Commisso: “Ci sentiamo spesso con il presidente e anche con Barone e Pradè. Parliamo soprattutto della nostra salute. Ci sarà tempo per discutere del mio futuro. Ho sempre detto che per me allenare la Fiorentina è un sogno, non è come allenare da qualche altra parte per il mio legame profondo con Firenze, con i fiorentini e con la Fiorentina“.

Uno dei gioielli più importanti in organico a disposizione del tecnico marchigiano è Chiesa: “Con Federico quando ci siamo conosciuti sono bastate due parole. Abbiamo avuto subito un ottimo feeling. Lui è un ragazzo d’oro sia sul piano umano che su quello professionale. Ed è un grandissimo calciatore. Il futuro è dalla sua parte. Sono felice che sia tornato nuovamente a sorridere e a fare prestazioni importanti. E sono contento che da parte sua emerga una gran voglia di continuare insieme“.

Per Iachini Chiesa per certi versi può essere paragonato a Dybala: “Sul piano della vivacità, della velocità, della tecnica in velocità e della pericolosità sicura mente si. Probabilmente Dybala è più attaccante ma Federico sta lavorando per poter essere determinante anche in quella zona del campo. Come dimostrano i gol e le occasioni che sta avendo ultimamente“.

Qualora si dovesse decidere di tornare in campo i calciatori avranno bisogno di allenarsi prima di disputare una gara ufficiale. “Servono tre o quattro settimane almeno. Gli atleti saranno stati fermi quasi due mesi. Questa non è assolutamente una cosa usuale, non è paragonabile neppure alla pausa estiva. Bisognerà fare tanti test e stare attenti a non rischiare infortuni. Il mio sogno nel cassetto? Spero di vincere qualcosa e arrivare in Europa“, ha concluso Iachini.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy