FIGC, la lettera di Gravina a Draghi: “Teniamo l’Europeo in Italia”

Il numero uno della Federcalcio scrive al presidente del Consiglio Mario Draghi

benevento

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, nel fine settimana, ha inviato al presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi una lettera che aveva come oggetto gli Europei di giugno.

Il numero uno della Federcalcio ha scitto al premier perché si adoperi “affinchè la UEFA possa confermare l’assegnazione dell’evento inaugurale” dell’Europeo “e delle successive gare previste nel nostro Paese”.

Secondo quanto appreso dall’Ansa, nella lettera di Gravina, il numero uno della Federcalcio sottolinea il termine del 19 aprile “per assicurare” la presenza del 25% di pubblico allo stadio Olimpico di Roma  come richiesto dalla UEFA stessa.

Gravina pur nella “consapevolezza della fase critica” attraversata del Paese, auspica che il premier “condivida con la FIGC quanto sia importante per l’Italia che la UEFA confermi” la disputa della partita inaugurale e degli altri tre incontri previsti a Roma. Nella lettera viene anche assicurato “il rigoroso rispetto delle prescrizioni” che il Governo imporrà così come sono stati rispettati i protocolli nei campionati nazionali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy