Crivello: “In squadra tanti palermitani, vogliamo raggiungere l’obiettivo. Siamo un gruppo unito, Corsino e Santana…”

Crivello: “In squadra tanti palermitani, vogliamo raggiungere l’obiettivo. Siamo un gruppo unito, Corsino e Santana…”

“Passaggio dalla B alla D? Sono cresciuto in questi campi, per me non c’è stato alcun tipo di problema. Anzi, è come se fossi tornato più giovane”

Palermitanità.

Il nuovo Palermo ha iniziato il campionato con il piede giusto, ottenendo i primi tre punti in trasferta contro il Marsala. Una gara bloccata decisa dl guizzo di Raimondo Lucera, palermitano doc. Palermitano è anche Roberto Crivello, jolly difensivo classe 1991 arrivato qualche settimana fa in rosanero. Intervistato da Il Giornale di Sicilia l’ex Frosinone ha parlato così dei numerosi palermitani presenti in rosanero: “Ci sono tanti palermitani e questa è una condizione che ci permette di sentirci ancor di più a casa. Conoscevo benissimo Corsino, è un mio amico, oltre che Santana, con cui ho giocato insieme a Frosinone. Siamo un gruppo unito, un bel mix tra giovani e meno giovani. Ci stiamo amalgamando bene“.

Crivello: “Palermo e Mondello sono casa mia. Sono interista, Ronaldo e Zanetti i miei idoli. Marsala come Frosinone? Vi spiego…”

Crivello è passato dalla B alla D: “Sono cresciuto in questi campi, per me non c’è stato alcun tipo di problema. Anzi, è come se fossi tornato più giovane“. Da sempre terzino, adesso il difensore classe 1991 si è spostato al centro: “Non ho problemi, sono pronto ad adattarmi in qualsiasi ruolo richiesto dall’allenatore“.

Domenica il primo impegno ufficiale allo stadio Renzo Barbera contro il San Tommaso: “Mi auguro uno stadio pieno, innanzitutto, perché i tifosi devono essere il nostro dodicesimo uomo in campo. Non è una frase fatta, anzi. Soprattutto quando arriveranno le difficoltà, e penso che arriveranno perché nessuna squadra è imbattibile, dovranno essere loro a darci una mano. Dobbiamo essere tutti una squadra compatta per conquistare l’obiettivo“.

Infine Crivello si è soffermato sulla voglia di conquistare una promozione con i rosanero: “Sono scaramantico e non vorrei parlare di questo, però è inutile girarci intorno: l’obiettivo del Palermo è quello. La testa di tutti, però, deve essere solo alla prossima partita“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy