Coronavirus, Speranza: “Abbiamo l’arma per vincere la guerra, ad aprile già 13 milioni di vaccinati”

Le parole del ministro della Salute Roberto Speranza

L’Italia è pronta a ripartire.

Nella giornata di ieri, è iniziata una nuova battaglia contro il Covid-19: il 26 dicembre, infatti, 9.750 dosi del vaccino Pfizer-Biontech sono arrivate dal Belgio all’ospedale Spallanzani di Roma. Da qui, per  consentire all’intero Paese di partecipare al Vaccine day europeo, l’esercito le ha prelevate per distribuirle in tutte le altre Regioni.

L’Italia riceverà nel complesso 26,92 milioni di vaccino Pfizer-Biontech, di cui 8,749 milioni nel primo trimestre. Lo precisa il ministero della Salute, riguardo alla polemica sulle dosi dei vaccini anti-Coronavirus nei vari Paesi dell’Ue.

“Oggi siamo a una svolta. Finalmente abbiamo l’arma per vincere la guerra. Dobbiamo però, evitare che un pezzo di Paese profondo possa illudersi che abbiamo già vinto. Sarebbe devastante – ha spiegato in un colloquio con ‘La Stampa’ il ministro della Salute Roberto Speranza –. La polemica sulle dosi in Germania è una stupidaggine, perché la ripartizione è fissa e la decide l’Ue. Nell’immediato, la distribuzione tra i singoli Stati può variare in base a fattori del tutto casuali: il giorno, la distanza dagli stabilimenti. Dunque non c’è chi è più bravo e ne compra di più e chi è più scarso e ne compra di meno”, ha concluso Speranza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy