Coronavirus, rimuove oltre 500 dosi di vaccino anti-Covid dal congelatore: fermato un farmacista

L’uomo ha rimosso intenzionalmente oltre 500 dosi di vaccino anti-Covid rendendolo così inutilizzabile

Coronavirus

E’ stato arrestato per aver rimosso intenzionalmente oltre 500 dosi di vaccino anti Covid dal sistema di refrigerazione rendendole inutilizzabili e mettendo potenzialmente a rischio la salute delle persone che l’avrebbero ricevute, un farmacista di un ospedale di Milwaukee, in Wisconsin.

Si tratta del vaccino prodotto dalla casa farmaceutica Moderna che l’ospedale aveva somministrato ad alcuni pazienti, prima di venire al corrente dell’accaduto. Immediato il licenziamento dell’uomo, fermato ed incriminato inoltre per aver messo in pericolo la sicurezza, adulterato un farmaco e danneggiamenti. Lo ha reso noto la polizia del dipartimento di Grafton, che non ha tuttavia reso note le generalità del farmacista. Resta sconosciuto il movente del gravissimo gesto.

I vertici dell’ospedale come riportato da “Il Fatto Quotidiano” sono a lavoro con Moderna e la FDA per determinare una strategia da utilizzare nei pazienti che hanno ricevuto le dosi rimosse dal congelatore il 26 dicembre. “Le azioni di questo individuo provocheranno un ritardo nella vaccinazione di oltre 500 persone. Siamo profondamente arrabbiati, ammettono dall’ospedale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy