Coronavirus, Musumeci avverte: “La zona rossa a Palermo non è esclusa, ho un piano con Orlando”

Le parole del numero uno della Regione siciliana

Coronavirus

Numeri non da zona rossa, ma temiamo il peggio.

Coronavirus, il bollettino del 5 aprile 2021: 10.680 nuovi casi, 296 i decessi. La situazione in Italia

Così Nello Musumeci, presidente della Regione Sicilia intervenuto in merito al picco di contagi da coronavirus riscontrati negli ultimi giorni soprattutto nella provincia di Palermo. Dopo lo scandalo che ha coinvolto l’assessorato alla sanità dell’isola, quest’ultima non è riuscita a trovare uno stato di tranquillità dal punto di vista dei numeri pandemici. I bollettini rilasciati quotidianamente, infatti, lasciano presagire l’avvento di una situazione non facile in Sicilia.

Coronavirus

Coronavirus Sicilia, il bollettino del 5 aprile 2021: 909 nuovi casi, la situazione a Palermo

L’aumento sensibile dei contagi in tutto il territorio isolano starebbe mettendo in guardia i vertici del governo regionale e tutte le autorità competenti. Musumeci – di comune accordo con il sindaco di Palermo Leoluca Orlando – potrebbe anche accordare con il primo cittadino palermitano la zona rossa per tutta la provincia. Ecco in tal senso le parole di Musumeci, rilasciate al termine del vertice effettuato questo pomeriggio con il dipartimento regionale per la salute: “Abbiamo registrato negli ultimi giorni un aumento dei contagi nella città di Palermo, con una conseguente crescente pressione sui reparti di terapia intensiva. I parametri per dichiarare la “zona rossa” non sono stati ancora raggiunti ma non escluderei, nella giornata di domani (martedì), l’adozione del provvedimento, d’intesa con il sindaco, quale utile misura preventiva per evitare il picco dei positivi al Covid. Il sindaco di Palermo può nel frattempo, se lo ritiene, assumere iniziative restrittive anche sul fronte scolastico”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy