Corigliano, De Sanzo: “Ci tremavano le gambe, il Palermo deve avere paura solo di se stesso. L’applauso del “Barbera”…”

Le parole del tecnico del club calabrese al termine della sfida persa dai suoi contro i rosanero

Il Palermo strapazza il Corigliano Calabro con un netto 6-0.

Il club calabrese naviga in acque nere dopo le dimissioni della società che hanno costretto i giocatori ad auto-tassarsi per garantire la partecipazione al campionato di Serie D. Il tecnico del Corigliano, Fabio De Sanzo, in mixed zone al termine del match del “Barbera” ha commentato la prestazione dei suoi che sono stati asfaltati dai rosanero.

“Non mi aspettavo questa prestazione, ma a qualcuno dei miei ragazzi sono tremate le gambe fin dall’inizio della gara. Mi aspettavo che corressero mettessero in campo un po’ più di corsa e volontà. Oggi si è visto quanto siamo in difficoltà, sia in campo che fuori. Mi dispiace per i ragazzi. Non stiamo a parlare della forza del Palermo, ma mi aspettavo una prestazione più d’orgoglio. Stiamo facendo qualcosa di straordinario, anche soltanto continuando ad allenarci. Ma quando non c’è la testa, contro una squadra e un pubblico del genere, non tutti riescono ad abituarsi a giocare. Non era questa la partita in cui dovevamo dimostrare qualcosa, ma potevamo dare qualcosa in più. L’applauso del pubblico è stato emozionante, sia dai tifosi rosanero che dai nostri. Ho chiesto ai miei ragazzi di dare il massimo soprattutto per quei cinquanta tifosi che sono arrivati qui dalla Calabria. Sul pubblico del ‘Renzo Barbera’ non c’erano dubbi, auguro al Palermo di arrivare presto in Serie C. Differenze tra Palermo e Savoia? Parla il risultato. Non voglio fare paragoni, io guardo alla mia squadra. Il Palermo deve avere paura soltanto di se stesso ormai. Ho visto una grande squadra, una delle migliori. Anche in Serie C ho visto l’anno scorso poche squadre ben organizzate come quella di Pergolizzi. In bocca al lupo a loro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy