Cina, Lippi lascia la panchina: “Ho fatto del mio meglio, è stato un grande onore…”

Cina, Lippi lascia la panchina: “Ho fatto del mio meglio, è stato un grande onore…”

Al termine del match perso contro l’Iran, Marcello Lippi, annuncia il suo addio alla squadra cinese

Marcello Lippi ai saluti.

L’ex commissario tecnico della Nazionale italiana lascia la panchina della sua Cina “a contratto scaduto” dopo la Coppa d’Asia negli Emirati Arabi Uniti dove la corsa dei Dragoni Rossi si è fermata ieri ai quarti di finale per il secco 3-0 incassato contro l’Iran.

Dopo quattro anni, termina, dunque, l’avventura di Lippi in terra cinese, chiamato dalla Chinese Football Association – l’organo sportivo responsabile dell’amministrazione del calcio in Cina -, nell’ormai lontano 2016 dopo 4 gare di fila senza vittorie nelle qualificazioni al Mondiale 2018. Pur mancando l’obiettivo di Russia 2018 per un soffio, l’allenatore campione del mondo 2006 con l’Italia impressionò i fan per il miglioramento del gioco, soprattutto in termini di agonismo e motivazione.

A dare la notizia è stato lo stesso Lippi in conferenza stampa nel post partita, dove non ha accettato e risposta a nessuna domanda, ma si è limitato soltanto a leggere un comunicato: “Voglio ringraziare tutti perchè questa partita chiude il mio contratto con la Nazionale cinese è stato davvero un grande onore per me guidare una squadra così importante come la Cina”.

“Ho fatto del mio meglio perché il team migliorasse e credo di aver costruito qualcosa sotto alcuni aspetti – ha aggiunto l’ormai ex tecnico -. I nostri giocatori hanno fatto il loro meglio durante il torneo, stasera mi sento di ringraziarli. Speravo di finire questo percorso in maniera migliore. Abbiamo regalato all’Iran tre gol in una partita tanto importante – ha poi concluso Lippi –“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy