Cessione Sampdoria, Ferrero: “Se mi danno i soldi vado via. Vialli? Non l’ho sentito”

Cessione Sampdoria, Ferrero: “Se mi danno i soldi vado via. Vialli? Non l’ho sentito”

Il presidente del club blucerchiato si è espresso in merito alla possibile cessione societaria: “Se uno vuole una squadra, fa un prezzo e la compra, come ha fatto Commisso”

Inizio di stagione decisamente complesso per la Sampdoria.

(Sampdoria, Ferrero: “Cessione? I tifosi si illudono sul grande Vialli, intervistatelo e forse capiremo la verità”)

La formazione blucerchiata, ieri sera impegnata in trasferta contro il Napoli, è incappata nella terza sconfitta stagionale in altrettante gare del campionato di Serie A. A tenere banco in casa Samp, però, parrebbe ancora essere la questione relativa al passaggio di proprietà del club doriano, con il presidente Massimo Ferrero che, a tal proposito, ha parlato durante la trasmissione televisiva La Domenica Ventura. Di seguito le sue dichiarazioni in merito a questo infuocato tema.

Cessione? Io l’ho chiamata la tarantella. Se uno vuole una squadra, fa un prezzo e la compra, come ha fatto Commisso. Io non ho chiesto niente, è chi se ne intende che dà un valore alla Sampdoria. Quando sono arrivato io la Primavera giocava a 80 km, la squadra non aveva una casa e uno stadio. Ho inventato la Sampdoria Next Generation, una scuola di calcio per i ragazzi. Vialli? Non l’ho sentito. Non c’è una trattativa: se mi danno i soldi che vale la Samp, vado via. Io non ho paura di nulla: ho questa squadra nel cuore“.

(Napoli-Sampdoria, Di Francesco: “Ci siamo complicati la vita da soli, dobbiamo essere cinici in zona gol”)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy