Cavese-Palermo, Sorrentino: “Il futuro sarà rosa, Boscaglia sa come si vince. Tifosi, ho un messaggio per voi”

Le dichiarazioni dell’ex rosanero, Stefano Sorrentino, alla vigilia di Cavese-Palermo

“Non c’è dubbio, spero che domani vinca la formazione di Boscaglia”.

Ha esordito così, l’ex portiere di Torino, Chievo e Palermo, Stefano Sorrentino, che intervenuto ai microfoni de ‘La Repubblica’, ha detto la sua sulla gara contro la Cavese, soffermandosi anche e soprattutto sulla stagione sin qui disputata dai rosanero.

Il nuovo Palermo targato Hera Hora: “Il Palermo non c’entra nulla con questa categoria: è ovvio che anche la serie C ha una sua totale dignità, ma l’ambiente e la città devono avere un altro posto nel calcio italiano». Al di là della trasferta di Cava dei Tirreni, e dei tre punti che è legittimo attendersi, la sensazione è questo Palermo possa trovare lo spunto per risalire e giocarsi tutte le sue opportunità con i play-off. È ovvio che guardando la classifica, chiunque capisce come il discorso legato al primo posto sia chiuso. È altrettanto certo, però, che questa squadra vada considerata un gruppo che può e deve acquisire consapevolezze con il corso del tempo. Insomma, il Palermo ha gradi margini di miglioramento. Questo, comunque, è un campionato diverso da tutti gli altri, prendo ad esempio il derby contro il Catania”.

Boscaglia e la squadra: “L’organico del Palermo, è un organico è di tutto rispetto e i valori tecnici mi sembrano adeguati al campionato. L’allenatore è uno che sa come si fa a vincere. Non resta che dare credito a questo gruppo”.

Un messaggio ai tifosi rosanero: “Sono due le cose che voglio dire loro: la prima è che non vedo l’ora di sedermi sugli spalti del Barbera e assistere ad una partita del Palermo. L’altra è il mio personale “Forza Palermo, sempre!”. E sottolineo sempre. Ho imparato bene quanto ci tengano a questa parola: riassume l’amore immenso per la loro squadra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy