Caso Lazio, continua l’indagine: sequestrati altri 1000 tamponi ad Avellino

Quanto successo con i tamponi della Lazio continua a far discutere

L’indagine sui tamponi della Lazio si allarga.

Nel pomeriggio del 13 novembre, la Procura della Repubblica di Avellino ha disposto il sequestro della documentazione di tutti gli esami del tampone effettuati per i calciatori della Lazio e gli altri membri dello staff da maggio a oggi. Sono circa mille referti dei test che riguardano gli esami periodici previsti dal protocollo Figc, inizialmente ogni quattro giorni e ora a 48 ore dallo svolgimento di tutte le partite. Il sequestro, come riporta l’edizione online de La Gazzetta dello Sport, è avvenuto presso il laboratorio della Futura Diagnostica di Avellino, dove il club del patron Claudio Lotito si appoggiava. L’unico indagato fino ad ora resta proprio il presidente del CdA della Futura Diagnostica, Massimiliano Taccone, con le ipotesi di reato di falso, frode in pubbliche forniture ed epidemia colposa.

VIDEO, la Lazio prende il volo: svelate le immagini dell’aereo biancoceleste

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy