Calciomercato Ascoli, dietrofront di Murawski. Il ds Tesoro: “Arrivata un’offerta dalla Turchia, ha preso tempo”

Calciomercato Ascoli, dietrofront di Murawski. Il ds Tesoro: “Arrivata un’offerta dalla Turchia, ha preso tempo”

La trattativa fra il club piceno ed il centrocampista svincolatosi dal Palermo potrebbe saltare. Il ds bianconero: “Gli hanno offerto un ingaggio triplo rispetto a quello proposto dall’Ascoli, ricorreremo alle vie legali se non dovesse essere rispettato l’accordo”

Il clamoroso ed inaspettato dietrofront di Radoslaw Murawski ha caratterizzato la serata di ieri in casa Ascoli, quando in realtà ci si aspettava con quasi assoluta certezza la firma del centrocampista ormai ex Palermo.

Come riportato all’interno della propria edizione odierna da Il Resto del Carlino, infatti, a seguito della ratifica (da parte della Figc) della mancata iscrizione in Serie B della società siciliana, che ha visto svincolarsi tutti i tesserati del club rosanero, ieri sera si attendeva la firma del mediano polacco sul contratto che lo avrebbe legato alla formazione bianconera, come ormai assodato da diverso tempo.

(Calciomercato Ascoli, c’è l’accordo per Murawski. Il ds Tesoro: “E’ un profilo importante. Ecco cosa aspettiamo”)

E invece sarebbe arrivato un brusco stop che rischierebbe adesso di compromettere tutta la trattativa messa in piedi dalla dirigenza dell’Ascoli e che pareva oramai essere giunta alle battute finali. Lo stesso direttore sportivo del club piceno, Antonio Tesoro, ci ha tenuto a spiegare cosa sarebbe accaduto con il mediano ex Palermo, che starebbe al momento prendendo tempo prima di decidere con assoluta certezza del proprio futuro.

Murawski oggi avrebbe dovuto firmare per l’Ascoli – ha dichiarato il ds bianconero -, dopo essersi allenato con noi, fatto le visite mediche e trovato l’accordo alla presenza dei rispettivi avvocati. Nel momento in cui il Palermo lo ha svincolato, però, è arrivata un’offerta dalla Turchia con un ingaggio triplo rispetto a quello proposto dall’Ascoli e il ragazzo ha preso tempo. Non ne avrà molto. È intenzione della società di corso Vittorio Emanuele infatti ricorrere alle vie legali qualora non dovesse essere rispettato l’accordo che era stato preso tra le parti, perché tutto era ormai definito. Spero quindi – ha concluso Tesoro che prevalga la ragionevolezza“.

(Palermo, l’attesa per lo svincolo: Murawski-Ascoli ok, Salvi e Szyminski pronti per il Frosinone. Nestorovski…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy