Cagliari-Milan, Pioli: “Colpito nel momento giusto, successo meritato. Ibrahimovic? Non è ancora il vero Zlatan”

Cagliari-Milan, Pioli: “Colpito nel momento giusto, successo meritato. Ibrahimovic? Non è ancora il vero Zlatan”

Le parole del tecnico del Milan, Stefano Pioli, a margine del successo maturato contro il Cagliari

Il Milan travolge il Cagliari.

I rossoneri tornano alla vittoria e lo fanno imponendosi sugli uomini di Maran, con il risultato di 2-0, nella sfida andata in scena questo pomeriggio alla “Sardegna Arena”. A decidere le reti di Leao e Ibrahimovic che rilanciano il “Diavolo” dopo un periodo opaco. Successo rotondo commentato al triplice fischio proprio dal tecnico della compagine meneghina, Stefano Pioli, intervenuto nella consueta conferenza stampa post-gara.

“Abbiamo lavorato con concentrazione e abnegazione, abbiamo colpito al momento giusto. È stato un successo giusto e meritato. Innanzitutto conta la vittoria, poi sono felice per gli attaccanti. Zlatan ha confermato di essere un giocatore fuori categoria, non è ancora al cento per cento ma è stato un acquisto davvero importante, che può servire tanto alla squadra. Con Ibra abbiamo aumentato le possibilità di avere più soluzioni, oggi abbiamo palleggiato molto e bene, ma questo certamente ci dà maggiori scelte. Non credo che il 4-4-2 sia l’unico modulo per noi, l’importante è mettere un giocatore vicino a Zlatan che abbia gamba e si prenda lo spazio. Oggi abbiamo costruito a 4, altre volte faremo diversamente. Questo l’inizio di qualcosa? Deve esserlo, assolutamente. Non perché è arrivato Ibra, ma perché dobbiamo essere protagonisti nel girone di ritorno. Io credo che questa squadra possa cambiare il suo rendimento, 19 partite sono tante: non vinceremo lo scudetto, ma abbiamo delle qualità che ci faranno bene in futuro”.

L’allenatore si è poi espresso sui singoli: “Castillejo ha messo in campo le sue caratteristiche, è un giocatore di grande dinamismo e profondità. Ha fatto una buona partita, secondo me. Piatek? Fa parte del Milan, se avessi cambiato Ibrahimovic avrei fatto entrare lui”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy