Cagliari, Giulini si sbilancia: “Rilancio Nainggolan? Stiamo facendo un favore all’Inter, la sua permanenza in rossoblù…”

Cagliari, Giulini si sbilancia: “Rilancio Nainggolan? Stiamo facendo un favore all’Inter, la sua permanenza in rossoblù…”

Le dichiarazioni del presidente rossoblù, Tommaso Giulini, relative al presente e al futuro della squadra

Il Cagliari saluta il 2019 col botto.

La sconfitta con l’Udinese non ha frenato l’entusiasmo che si respira in casa rossoblù. La formazione sarda infatti, dopo un avvio di stagione spumeggiante, affronterà il girone di ritorno da sesta in classifica. Risultato che riempie di orgoglio il presidente Tommaso Giulini che, intervistato ai microfoni di “Radio Rai” ha parlato del momento vissuto dalla sua squadra soffermandosi su svariati altri temi caldi: uno su tutti quello relativo al futuro del bomber Radja Nainggolan.

“Riva presidente onorario? È stato un regalo che ha fatto ai tifosi alla vigilia del centenario della società e in occasione del cinquantenario dello scudetto. Che abbia accettato la presidenza è un orgoglio per me. Un bilancio della prima parte di stagione? Abbiamo iniziato con due sconfitte e finito con altrettanti stop. Nel mezzo ci sono stati tredici risultati utili ed è senza dubbio un bottino importante ma meritato. La delusione per le ultime due gare rimane. Voto alla squadra? Prima delle ultime due sconfitte direi 8,5 poi 7,5/8. Daniele Ragatzu? Dopo alcune stagioni positive ad Olbia è tornato ad incidere con gol importanti e siamo contenti di quello che sta facendo. Così come di Simone Pinna, altro ragazzo transitato da Olbia, che si è messo in luce. Poi abbiamo anche Deiola e Aresti. Quattro calciatori sardi in rosa come i quattro mori della nostra bandiera”. 

Inevitabile la parentesi relativa all’operazione Nandez alle condizioni di Pavoletti:  Pavoletti? Tornerà a marzo. Nandez è stata un’operazione complicata che abbiamo seguito per mesi. C’è stato qualche strascico ma il ragazzo sta dando tutto in campo. A livello contrattuale abbiamo fatto le cose nel migliore dei modi e non esiste alcun caso”.

Chiosa finale sul futuro di Nainggolan e sul caso stadio: “Ci stiamo vivendo questi mesi con soddisfazione. Lui è contento di essere tornato, è un leader per tutti e non solo per le sue giocate. A marzo/aprile valuteremo il da farsi anche se un è calciatore dell’Inter e gli stiamo facendo un favore. Vedo difficile un’operazione per la prossima stagione. Quello nostro non è omologato per le competizioni europee e ci stiamo attrezzando per una deroga. Ma non è semplice. Adesso concentriamoci sul raggiungimento della quota salvezza e poi penseremo ad altro”. 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy