Cagliari-Fiorentina, Montella: “Loro la rivelazione, sarà un bel test. Nainggolan? Lui tentato dalla Viola, poi…”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico della Fiorentina alla vigilia della sfida contro il Cagliari

“Affrontiamo la rivelazione del campionato, che ha un punto di forza nel suo centrocampo. Sarà una partita bella da giocare”.

Lo ha detto Vincenzo Montella, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Cagliari, in programma domani alla Sardegna Arena (fischio d’inizio alle ore 12.30). Diversi sono stati i temi trattati dal tecnico della Fiorentina: dal momento della sua squadra, reduce dal pareggio maturato contro il Parma, alla scelta da parte del commissario tecnico della Nazionale italiana Roberto Mancini di convocare Gaetano Castrovilli per le sfide contro Bosnia e Armenia, quest’ultima in programma il prossimo 18 novembre al “Renzo Barbera” di Palermo.

“Ci sarà tanta pressione, vedremo a che punto siamo. Il Cagliari ha preso 3-4 giocatori di altissimo livello, hanno ambizioni, sono curioso e carico di affrontarli. Castrovilli in Nazionale? Siamo contenti ed orgogliosi perché ci abbiamo scommesso. Abbiamo fatto un gran lavoro su di lui. Abbiamo corso dei rischi perché non aveva mai giocato in Serie A. Qualsiasi squadra ha bisogno dello zoccolo duro che proviene dal settore giovanile, anche per motivi economici. Dicevano anche che Ranieri non era pronto per la Serie A, poi contro la Lazio ha fatto una buona partita: i giovani vanno aspettati, senza ansie. Perché Vlahovic non ha molto spazio? Credo che abbia avuto modo di fare il titolare solo con me, ma ultimamente sono mancati anche diversi giocatori di esperienza, le scelte sono spesso dovute anche a questo. Devo però dire che Vlahovic sta comunque subentrando tanto, è un patrimonio presente e anche futuro: bisogna dargli tempo per crescere. Domani è possibile che giochi. Lirola sta bene, è pienamente recuperato ed è disponibile anche lui. Caceres? Sta bene, sta lavorando con noi”, ha spiegato Montella.

NAINGGOLAN-SIMEONE E NON SOLO – “Nainggolan poteva venire alla Fiorentina? C’è stata questa possibilità, il giocatore era tentato ma poi è arrivato il Cagliari a cui è sempre stato legato e ha scelto di andare da loro. Complimenti al ragazzo, lo ammiro davvero tanto. Simeone? Giovanni sta meritando quanto sta ottenendo adesso, è un ottimo giocatore e un bravo ragazzo, spero lo sia anche domani… Noi meglio nel secondo tempo? Gli avversari hanno a volte qualcosa in più e a volte qualcosa in meno. Col Parma abbiamo fatto un secondo tempo straordinario, non c’è un principio per cui si deve essere superiori sia nel secondo che nel primo tempo. Sono poche le squadre che hanno una superiorità per tutta la partita. Ci si arriva con il lavoro”, ha concluso Montella.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy