Cagliari, Ceppitelli: “Spero di tornare presto. Il nostro obbiettivo è l’Europa e ci crediamo. Milan? Grande squadra ma Ibra…”

Cagliari, Ceppitelli: “Spero di tornare presto. Il nostro obbiettivo è l’Europa e ci crediamo. Milan? Grande squadra ma Ibra…”

Le parole di Luca Ceppitelli, difensore del Cagliari, in merito alla situazione della compagine sarda e sulla propria condizione fisica dopo l’infortunio

La parola a Luca Ceppitelli.

Il difensore del Cagliari, alle prese con una farcite plantare che l’ha tenuto fuori per due mesi, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni durante la rassegna di moda Pitti presso Firenze, trattando diverse tematiche, tra cui la propria condizione fisica: “Spero di rientrare prima possibile, entro l’inizio del girone di ritorno. Questo rientro è stato rimandato più volte, sembrava un infortunio abbastanza semplice invece a causa di molte ricadute si è rivelato molto più complesso“.

Un bel percorso fino a questo momento per i sardi, sesti in classifica: “La cosa che mi ha colpito della squadra è la determinazione nel lottare su ogni pallone. Abbiamo una squadra con qualità e l’abbiamo dimostrato, ma la compattezza del gruppo secondo me è quello che finora ha fatto la differenza“.

La sconfitta contro la Lazio ha segnato una svolta per i rossoblù, sconfitti nelle due gare successive: “La sconfitta con i biancocelesti è’ stata difficile da digerire, anche perché avevamo la partita in tasca fino alla fine. La forza di ogni gruppo comunque si vede in questi momenti. Era normale che potesse arrivare un momento più difficile, ma saremo capaci di reagire“.

Sulla tanto ambita qualificazione europea: “Ci siamo, siamo vicini, è giusto provare a conseguire l’obiettivo. Non siamo partiti con questo intento fin dall’inizio, ma è giusto mantenere il ritmo e continuare a fare quello che stiamo facendo, confermandolo anche nel girone di ritorno“.

Un pensiero va anche al Milan, prossimo avversario della compagine guidata da Maran, ma in particolare su Zlatan Ibrahimovic: “Mi sarebbe piaciuto marcarlo, perché è un attaccante forte e ti dà tanti stimoli. A parte Ibra però il Milan è una squadra importante che vuole risollevarsi. Se vogliamo ambire a posti importanti in classifica bisogna saper combattere contro le squadre importanti, e il Milan è una di queste. Abbiamo giocatori infortunati come Cragno e Pavoletti, giocatori importantissimi, purtroppo si sono fatti male subito ma sono convinto che appena rientreranno saranno in grado di darci una mano“.

Infine una chiosa sulla bandiera Davide Astori, nel giorno del suo compleanno: “Davide per noi è sempre presente. Poterlo ricordare fa sempre piacere. Sarà sempre con noi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy