Bologna, Mihajlovic commuove: “Leucemia? Ho avuto tanta paura! Nella mia vita ho solo un grande rimpianto”

Sinisa Mihajlovic  commuove ed emoziona: il racconto del ‘Guerriero’

mihajlovic

Sinisa Mihajlovic commuove ed emoziona.

Dopo essere guarito dalla leucemia, malattia che lo ha segnato profondamente sia fuori che dentro, il tecnico del Bologna, intervenuto ai microfoni di Mediaset – nel corso della trasmissione ‘Domenica In’ – è tornato a parlare di quei duri momenti, presentando il suo libro, «La partita della vita» e raccontando le emozioni e le sensazioni di quel periodo: “Avevo paura, ma ho molto più coraggio. Questo modo di combattere ha dato forza a tanta gente”.

Il bellissimo libro di Sinisa Mihajlovic, è un’autobiografia: il racconto di un uomo, ancor prima che di uno sportivo, che inchiodato, in una stanza dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna, combatteva giorno dopo giorno la sfida più importante, quella per sopravvivere Dentro ci sono la malattia, il calcio, la bellezza della vita e anche le sue difficoltà, tra queste anche la morte del padre Bogdan: “L’unico mio rimpianto è quello di non aver potuto vedere mio padre il giorno della morte, perché avevo promesso ai miei due figli di portarli a Madrid a vedere la finale dell’Inter che lì vinse la coppa dei campioni. Avevo sentito il giorno prima mia madre che mi aveva detto che papà stava bene. Ecco, questo è il mio unico grande rimpianto”, racconta Mihajlovic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy