Berti-Mediagol: “Vantaggio sul Savoia importante, ma il Palermo non deve dare nulla per scontato. Mirri-Di Piazza? Ecco cosa penso”

Berti-Mediagol: “Vantaggio sul Savoia importante, ma il Palermo non deve dare nulla per scontato. Mirri-Di Piazza? Ecco cosa penso”

Le dichiarazioni rilasciate dall’ex portiere rosanero Gianluca Berti in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it nel corso del format condotto da Leandro Ficarra e Noemi Cusano

Il Palermo è rimasto nel cuore di Gianluca Berti.

L’ex portiere, che ha vestito le maglie di squadre Empoli, Torino e Sampdoria, oltre che quella rosanero, è un tifoso del club siciliano, ripartito dalla Serie D sotto la guida del duo Mirri-Di Piazza a seguito del fallimento. La squadra di Rosario Pergolizzi, attualmente, si trova in testa alla classifica del campionato, a +7 sul Savoia. Intervenuto in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it, nel corso del format condotto da Leandro Ficarra e Noemi Cusano, Gianluca Berti ha detto la sua sul cammino dei rosa verso il ritorno tra i grandi.

“Non è facile inserirsi in un campionato difficile come la Serie D, perché chi sfida il Palermo gioca la partita della vita. Il Palermo ha tutte le carte in regola per vincere e se lo merita. I 7 punti di vantaggio sul Savoia sono un margine importante ma non decisivo, non bisogna mai dare niente per scontato. La classifica lo ha dimostrato in un momento della stagione in cui il Palermo aveva un margine di vantaggio importante sui campani, gap che poi si è ridotto a soli 2 punti. Fortunatamente la compagine rosanero ha poi ripreso il cammino e sta nuovamente viaggiando alla velocità di crociera di inizio campionato. Mi auguro possano ancora aumentare il passo, perché il Palermo in Serie D non c’entra proprio niente. Ho visto giocare più volte la compagine rosanero. Do sempre un’occhiatina ai risultati. Faccio il tifo per la squadra di Rosario Pergolizzi. La ‘Notte dei Campioni’ è stata spettacolare per me, i tifosi hanno partecipato in maniera straordinaria. Mi auguro che si possa ripetere ancora un evento del genere, in modo che risalti ulteriormente l’amore dei tifosi per questi colori. Bisogna dire grazie al presidente Mirri che ha organizzato questa serata. Spero che la nuova proprietà riesca a riportare il Palermo in Serie A. Non so quali siano le loro reali potenzialità dal punto di vista economico, ma se hanno acquisito il Palermo sono sicuro che possano esserci sicurezze e margini per migliorare e fare un campionato importante anche l’anno prossimo. Il Palermo non merita la Serie C, ma palcoscenici molto più importanti. In Serie C il Palermo sarà condannato a vincere per il suo blasone. Ha una città e una tifoseria importanti. É normale che si dovranno fare dei cambiamenti in organico ma il club ha già un’intelaiatura importante. C’è da mettere giocatori di categoria superiore e che conoscono la Serie C. E’ un campionato particolare. Ci vuole grande agonismo, oltre che qualità tecnica”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy