Barcellona, Laporta svela: “Messi ha tante offerte, ma sono convinto di una cosa. Mercato? Ho la mia idea”

Le parole del candidato alla presidenza blaugrana

Barcellona

Joan Laporta sull’attuale situazione in casa Barcellona.

Il candidato alla prima poltrona del club blaugrana si è espresso in merito a numerosi temi legati al mondo catalano. Molteplici gli argomenti piuttosto spinosi trattati da Laporta, dalla gestione Ronald Koeman alle prossime mosse del calciomercato spagnolo, fino ad arrivare al futuro di Lionel Messi. Di seguito tutte le sue dichiarazioni, rilasciate durante la sua campagna svoltasi a Plaça Vall d’Hebron:“Devo mantenere la coerenza, l’ho ripetuto più volte. Tutti i rappresentanti mi hanno chiamato, ma se esce un nome alzerei il prezzo non andando a destabilizzare il club quando arriveremo a metà stagione.  Dobbiamo motivare al massimo i giocatori e Koeman, credere in loro. Voglio iniziare a vincere titoli “.

messi

MESSI

“Non sarà facile perché è avere offerte da club a cui non mancano i soldi perché dietro c’è un magnate o uno Stato. Ma Messi sta bene qui. Sono convinto, da quello che so Leo, che voglia restare. . Ama il Barça ed è molto bravo a Barcellona. Mi piace la credibilità di Leo che mi ha sempre detto che ho rispettato ciò che ho detto. E questa è una massima molto importante. Non dico con tono arrogante che io ho esperienza, ma perché la sento. Ho avuto momenti molto belli con Leo e la sua famiglia. C’è stata una proposta per lui di andarsene e ci siamo parlati e ha visto che ha preso la decisione di restare e le cose sono andate molto bene per lui. ottimista, perché ho una base. fare una proposta entro le possibilità del Barcellona perché non si muove per soldi. Fagli vedere che la proposta sportiva è molto competitiva. E noi siamo in grado di farlo perché crederà a ciò che prometto perché tutto quello che ho proposto, l’ha adempiuto “.

GESTIONE KOEMAN

“La giornata di Wembley è una delle più felici della nostra vita. Quella Champions League ha cambiato la nostra storia. Johan era l’allenatore. Koeman è un grande Barça, merita rispetto, ha un contratto in corso. Sarò onesto, un presidente deve farlo. prendi Decisioni e Koeman, come tutti, dipenderà dai risultati e dal gioco, ma sta prendendo sempre di più il tono, proprio come la squadra. Adesso ci vuole esperienza, non solo dei miei colleghi candidati, ma anche degli esperti di calcio . Lui è il nostro allenatore e ti motiverò al massimo. Mi piace il cambio di direzione che hanno fatto le tue dichiarazioni. Adesso la squadra è più ananas, che è la chiave del successo. Una squadra campione deve essere una squadra, con un leader come Leo e giocatori che tirano l’orologio come celebrano gli obiettivi, iniziano a fidarsi delle loro possibilità.Mi hanno detto dall’interno che sappiamo poco dell’allenatore, ma è chiaro che è faccia a faccia e che Koeman aveva quando era un giocatore.

SITUAZIONE ECONOMICA

“Nel 20o3 eravamo già in una situazione molto simile, con perdite significative, debiti enormi, spese insostenibili … con un fattore aggravante, che abbiamo dovuto licenziare metà della forza lavoro. Ora la situazione fa rispetto. A giugno qualcuno deve farlo. importi enormi, ma il Barça può rinegoziare quel debito e spendere il debito dal breve al lungo periodo perché oggi ci sono strumenti che te lo permettono perché il club ha un patrimonio molto solido e crederà nei leader. Noi viviamo e si soffre, Barça È il modo migliore per difendere il club contro chiunque e tu hai con me che come presidente, che il peso nel mondo del calcio si riacquisti “.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy