Atalanta-Torino, Gasperini: “Priorità alla gara col Napoli, ma domani daremo il massimo. Assenze? Vi dico tutto, Hateboer…”

Le dichiarazioni del tecnico dell’Atalanta alla vigilia della sfida contro il Torino

Atalanta

L’Atalanta scalda i motori.

E’ tutto pronto al “Gewiss Stadium” dove, domani pomeriggio, Atalanta e Torino si affronteranno nella sfida valida per la 21^ giornata di Serie A. Un match analizzato nella consueta conferenza stampa pre-gara, dal tecnico della Dea Gian Piero Gasperini, intervenuto direttamente dalla sala stampa del centro sportivo ‘Bortolotti’.

“Oggi vedremo in allenamento, riprendiamo dopo Napoli. In linea di massima dovremo recuperare Sutalo, l’unico fuori è Hateboer. Non ci sono stati problemi particolari, solo Maehle ha subito un taglio sul piede, ma sembra aver recuperato anche lui. Siamo soddisfatti della partita che abbiamo fatto, non è mai facile giocare contro il Napoli. Alcuni hanno definito il risultato negativo, ma se vuoi andare in finale devi vincere. Giochiamo sul nostro campo, giocare in casa ti fa avere dei riferimenti che ti aiutano. Abbiamo giocato un tempo, ora giocheremo il secondo tempo. La partita di mercoledì assume un’importanza notevole, puoi raggiungere una finale di Coppa Italia. La priorità è la semifinale. Domani giochiamo contro il Torino, cercheremo di fare il massimo. L’Atalanta può togliere posti, ci sono tantissime big nella zona alta della classifica. L’Atalanta lì in mezzo qualcuno si chiede cosa ci sta a fare. Il campionato quest’anno si sta giocando come se fossero le ultime partite, con la stessa attenzione e con lo stesso agonismo. L’anno scorso si avvertiva nel finale, quest’anno anche se si gioca con questa continuità c’è tanto agonismo”.

Gasperini si è poi soffermato sui singoli: “Hateboer? Ha un problema che ha sul piede su una frattura vecchia, sono quelle cose che vanno avanti bisogna fare un intervento. Poi se riesce a risolvere così bene, ma c’è un’incertezza sui tempi di recupero. Ha una microfrattura, ha messo male il piede a Milano, ma è difficile. Dipende dalla sintomatologia. Kovalenko? Rientra tutto nella normalità del campionato, dobbiamo cercare di sfruttare di più le opportunità che ci capitano. Le partite vanno vissute nei 90 minuti, tutte le squadre stanno perdendo qualche punto in più. Kovalenko farà il primo allenamento, è un giocatore che è appena arrivato. Mi semrbava più giusto lasciare giocatori che avevano iniziato la stagione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy