Atalanta, Gosens: “Fiducia di Gasperini importante, c’è voglia di Champions. Schalke? Se mi chiamano vado”

Atalanta, Gosens: “Fiducia di Gasperini importante, c’è voglia di Champions. Schalke? Se mi chiamano vado”

Le parole dell’esterno dell’Atalanta, Robin Gosens, in vista della sfida contro l’Inter

Parola a Robin Gosens.

Prosegue il momento positivo dell’Atalanta, reduce da un successo maturato col Parma che testimonia il buon momento vissuto dalla squadra. Tra i protagonisti della sfida del Gewiss Stadium c’è di certo lui: Robin Gosens, autore della rete del 3-0 e fresco di rinnovo. Proprio il laterale degli orobici, intervenuto ai microfoni di “Bergamo TV”, ha commentato il successo maturato dall’Atalanta soffermandosi inoltre sui prossimi impegni che attenderanno la sua squadra e sul suo futuro.

“Sì, ho rinnovato. Sono contentissimo, è un segnale forte della società, vuol dire che sto facendo bene. Non ho mai detto che tra 6 mesi andrò via, se mi chiameranno in futuro andrò. Adesso sto bene qui. La fascia sinistra è tutta la mia, ho qualche libertà in più. Sto lavorando tanto, ho iniziato tardi da professionista: so che devo fare molto di più per raggiungere un livello alto”.

“Fino a 18 anni – ha ammesso Gosens – giocavo con i miei amici, due volte a settimana. Ovviamente la partita contro lo Shakhtar ci ha dato una soddisfazione enorme, passare agli ottavi ti dà qualcosa in più. Sapevamo di avere la qualità per mettere in difficoltà tutti, ora si vede in campo. Non è un ruolo facile, serve sempre un po’ di tempo per far bene. Il mister chiede tanto dagli esterni, ma è frutto di lavoro. È un modo di crescere, sono contento di stare così bene. Ho maggiore personalità anche perché sento la fiducia di Gasperini. Sono titolare, questo è importante. Lo scorso anno avevo paura di sbagliare, ora vado perché so che posso farlo. Questo cambia davvero tanto. I tifosi ci sostengono sempre, lo sentiamo. Lo scorso anno lo sentivamo lo stesso, ma ora è diverso. Se arriviamo in Europa League è comunque tanta roba. È normale che c’è voglia di Champions, ma anche l’Europa League secondo me è un buon risultato”.

Il giocatore si è poi espresso sul suo futuro: “Non mi è passata la voglia di giocare allo Schalke e in Bundesliga. Se mi vogliono io vado, è la mia squadra. L’ho sempre detto, non lo dico solo adesso”.

Chiosa finale sui prossimi impegni che attenderanno l’Atalanta: “Sarà una sfida tra le due squadre che corrono di più. Hanno una rosa fortissima anche senza Barella e Skriniar, sono in grande forma fisica. Sarà una partita attesissima. Sono forti tutti e due, Lukaku è difficilissimo da marcare mentre Martinez si muove molto. Stanno facendo cose straordinarie, sarà una bella sfida. La nostra difesa sta bene, vedremo come andrà. Abbiamo giocato a San Siro la Champions, siamo abituati a giocare su quel campo. Candreva sta facendo bene. Valencia? Sarà una bellissima sfida, c’è la possibilità di passare il turno. È una squadra che si può battere, sarà un duello alla pari. La gara di ritorno in casa? Non sarà un vantaggio”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy