Ambro: “Indossare la maglia del Palermo è emozionante, Pastore e Ilicic nel mio cuore. Idolo? Ecco a chi mi ispiro”

Il giovane centrocampista rosanero classe ’99 racconta il suo inizio di stagione con la maglia che da sempre sognava di indossare

Danilo Ambro vuole prendersi il Palermo.

Il giovane palermitano è uno dei valori aggiunti di questa squadra che vuole scalare al più presto questo monte infinito alla cui cima si trova la promozione in Serie C e il ritorno tra i professionisti. Il classe ’99, da sempre tifoso rosanero, ha avuto la possibilità di giocare il derby contro l’ACR Messina dal 1′: un’emozione unica per lui che torna indietro nel tempo facendo riecheggiare i nomi di Pastore e Ilicic. Il centrocampista rosanero si è raccontato attraverso l’edizione odierna de ‘Il Giornale di Sicilia’, ecco un estratto della sua intervista.

“Dopo cinque partite giocate qui, ci ho preso un po’ la mano. Però questo campo dà un’emozione unica, sognavo sin da bambino di poter giocare per la squadra della mia città ed è una cosa indescrivibile. Fino a due anni fa andavo sempre allo stadio e da piccolo sono stato anche raccattapalle, soprattutto nella partita che più porto dentro di me, il 3-1 nel derby col Catania del 2010. Quello della tripletta di Pastore?  Era il mio idolo, così come Ilicic, che ho rivisto quest’estate nella partita delle vecchie glorie. Quando ero più piccolo, invece, il mio mito era Kakà, anche perché mi piaceva il Milan, ma ho sempre tifato per il Palermo. A chi mi ispiro? Esageriamo? Pogba. Appena mi ha chiamato il Palermo, non ci ho pensato due volte. Per me è un sogno giocare con questa maglia, non ho affatto alcun rimpianto di non essere rimasto alla Juventus. Il Palermo è il Palermo. Derby? L’ abbiamo preparato bene e lo abbiamo portato a casa, siamo felici di questo. La squadra è rimasta serena anche dopo il problema di Ricciardo, abbiamo giocato anche per lui. Questo è un gruppo di ragazzi disponibili e si è visto”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy